De Sanctis: “Siamo noi a dover fare le cose bene per poter vincere la partita”

De Sanctis: “Siamo noi a dover fare le cose bene per poter vincere la partita”

Morgan De Sanctis torna ancora una volta a Udine da avversario: “Loro non stanno attraversando un periodo felice dal punto di vista dei risultati, il contrario di quello che sta succedendo a noi. Ma questo non basta a far pensare ad una partita a senso”unico, anzi il contrario

Commenta per primo!

Morgan De Sanctis torna ancora una volta a Udine da avversario, ma questa volta troverà una Udinese davvero pericolante:  “Loro non stanno attraversando un periodo felice dal punto di vista dei risultati, il contrario di quello che sta succedendo a noi – afferma il portiere giallorosso come riportato da Laroma24.it -. Ma questo non basta a far pensare ad una partita a senso unico, anzi il contrario. Sarà una gara difficile, loro daranno tutto perché vogliono togliersi da una posizione di classifica pericolosa ma noi, d’altro canto, dovremmo tener presente che la nostra striscia non deve interrompersi e dobbiamo continuare a risalire in classifica. La strada positiva intrapresa passa necessariamente per una grande prestazione al Friuli, che tra l’altro si presenterà per la prima volta completo, nuovo e ci sarà una bella cornice con tanti tifosi anche della Roma. Una bella partita che alla fine deve vederci vittoriosi”.

 Colantuono è in bilico e potrebbe condizionare la prestazione:  “Non vorrei circostanziare la cosa all’Udinese perché non conosco la storia di Colantuono e dell’Udinese in questa stagione. È vero che quando ci sono delle aspettative che in un certo senso non vengono mantenute ci si trova ad essere messi in discussione e il primo è quasi sempre l’allenatore. Io mi preoccupo soprattutto del valore di Colantuono allenatore; ha dimostrato di saper far bene sempre nelle piazze in cui ha allenato, le sue squadre, anche se non blasonatissime, hanno sempre giocato bene”.

L’Udinese, per De Sanctis, rimane comunque “una rosa con tanti talenti, una squadra forte, quindi, in questo senso. Non posso pensare di conoscere quello che potrà essere l’atteggiamento dei giocatori nei confronti di Colantuono o di Colantuono nei confronti dei giocatori e come si tradurrà sul campo. Noi ci stiamo preoccupando di studiare quello che l’Udinese sa fare meglio per cercare di impedirglielo. Siamo noi a dover fare le cose bene per poter vincere la partita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy