Eder: “Nostro obiettivo è migliorare la classifica dell’anno scorso”

Eder: “Nostro obiettivo è migliorare la classifica dell’anno scorso”

Commenta per primo!

Intervistato da Mediaset Premiumdurante La tribù del calcio, l’attaccante della Sampdoria Martins Eder ha raccontato alcuni momenti della sua carriera:

“Corvino mi ha visto giocare in Brasile e mi chiamò in Italia al Lecce. Per un mese vado con la primavera quattro partite e sette gol. Ma il Crisciuma non mi vende. Corvino mi richiama da Firenze. Era fatto, ma poi Calli e Vitale da Empoli mi hanno convinto che avrei avuto più opportunità … Hanno convinto mio padre e abbiamo deciso di andare a Empoli. Mi hanno fatto crescere sarò sempre grato a loro”.

Dopo il titolo di capocannoniere, il brasiliano si trasferisce al Brescia:

“Potevo andare in grandi squadre ma all’ultimo mi prese il Brescia. Oggi i ragazzi vanno subito in grandi squadre. Se anche io trovavo una grande potevo fare altra carriera. Grazie a Iachini e Brescia per quella opportunità e poi mi ha richiamato qua a Genova. Mi ha detto – riporta genoasamp.com – vieni qua che andiamo in A e ci ho creduto e abbiamo fatto miracolo. Iachini per me è stato l’allenatore più importante della mia carriera”.

Infine qualche parola sul patron blucerchiato:

“Ferrero è un Presidente che partecipa. Sta con noi, fa battute, ride,  ci dà fiducia. Mihajlovic? E’ un martello non lascia nulla al caso è davvero un grandissimo allenatore. Il nostro obiettivo è migliorare la classifica dell’anno scorso. Il mio obiettivo è quello di segnare gol importanti e fare assist per i miei compagni”.

Sampdorianews.net

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy