Fiorentina, Pioli: “Mi aspetto un avversario aggressivo e determinato”

Fiorentina, Pioli: “Mi aspetto un avversario aggressivo e determinato”

L’allenatore della Fiorentina Stefano Pioli alla vigilia della difficile trasferta di Udine

di Massimo Liva

Le parole del tecnico viola Pioli alla vigilia della trasferta di Udine:

E’ una partita importante, la squadra si è preparata bene. Con la neve abbiamo svolto un allenamento differente. Domani affrontiamo un avversario importante che ha espresso il suo potenziale a fasi alterne. Mi aspetto un avversario aggressivo e determinato. Noi abbiamo il nostro modo di stare in campo e dovrà essere il solito”.

Sulla tifoseria in trasferta: “Sto facendo fatica a trovare persone che vengano con noi. Non potrò neanche votare, questo un po’ mi dispiace”.

Simeone? “Lo vedo molto motivato, ma anche con la giusta serenità. Un attaccante sa che possono arrivare momenti più difficili. Continuando a lavorare, arrivano anche le occasioni”.

Cattiveria sotto porta: “Se riuscissimo a vincere tutte le partite 1-0 come domenica scorsa non mi dispiacerebbe. Chiaramente la poca concretezza ci ha penalizzato non poco”.

Sui cambi: “Può essere anche che sbagli la formazione iniziale. Ma infatti credo che i giocatori che non partono dall’inizio siano altrettanto importanti quanto i titolari: l’atteggiamento di chi entra deve essere indirizzato per il bene della squadra. Cambiare qualche caratteristica credo sarà determinante anche domani. Sarà una partita fisica e combattuta, secondo me le due squadre sono dello stesso livello e avere la possibilità di cambiare a partita in corso credo diventi importante “.

Su cosa chiede a se stesso: Di fare il massimo dei punti, continuando a giocare da Fiorentina per vincere più partite possibili. Questo nonostante un calendario difficile. Abbiamo le nostre carte da poter giocare”.

Sul vantaggio in classifica sull’Udinese: “La partita di domani ci richiederà una prestazione importante per ottenere un risultato positivo. Inutile perdere energie su situazioni nelle quali non possiamo incidere, dobbiamo solo continuare a fare il nostro”.

Su Chiesa accanto a Simeone: “Da seconda punta Federico non l’ho mai provato, e non credo che accadrà domani. Quando in futuro avrà un bagaglio più completo, probabilmente potrà fare anche altri ruoli. In questo momento cerchiamo di sfruttarlo da esterno”.

Oddo? “Ha apportato sicuramente tanta solidità. E’ una squadra che lavora tanto in fase difensiva, con giocatori che possono strappare e ripartire con grande pericolosità. Sta facendo un ottimo lavoro”

Thereau? “Credo che gli infortuni gli abbiano fatto perdere, non tanto condizione fisica, ma sensibilità della partita, di entrare con più decisione all’interno del match. Quando sei abituato a giocare tanto e poi perdi il ritmo, fai fatica a riprenderlo. Ma ha lavorato bene in settimana, così come Saponara ed Eysseric. Per Falcinelli vedremo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy