Genoa: tocca a Gegè Lamanna, lo studioso dei rigori

Genoa: tocca a Gegè Lamanna, lo studioso dei rigori

Le ultimissime da Genova dicono che i liguri sono nelle mani di…Lamanna. L’assenza di Perin dà il via libera al suo vice, che ora si deve confermare a Marassi. La Gazzetta dello Sport ne dipinge il profilo.
FANTASIA Gegè, così lo chiamano gli amici, infatti, quel giorno, era il 14 dicembre scorso, riuscì in un’impresa straordinaria: la sua prima parata in serie A è stata quella sul rigore di Ljajic contro la Roma. Un caso? Macché. Lamanna al momento vanta tre presenze nella massima categoria con due rigori neutralizzati. Il primo, come detto, contro la Roma, il secondo addirittura contro la Juventus, su esecuzione di Tevez, mica uno qualsiasi. Alto, freddo, agile, ma soprattutto attento, lui, come Perin, ama studiare, insieme al preparatore Spinelli, le caratteristiche dei rigoristi avversari. In più, come ha spiegato, ci aggiunge un po’ di fantasia: «In quel momento ho provato a immaginare come Tevez avrebbe calciato». Ed ha inventato un piccolo miracolo.

Sempre la Rosea indica anche le ultimissime sulla formazione rossoblù.
DUBBI E SCELTE Gasperini conta su di lui per completare una squadra diversa da sempre, con Tino Costa in regia, al rientro da un infortunio muscolare che lo ha stoppato per più di due mesi e all’esordio da titolare, e molto probabilmente con Borriello, un vero centravanti, in attacco. Quest’ultimo è uno dei tre dubbi del tecnico, visto che porterebbe all’esclusione di Niang. In difesa Roncaglia dovrebbe avere la meglio su Izzo, anche se al rientro dalla convocazioni in nazionale ha svolto un solo allenamento con la squadra, così come è accaduto per Rincon, che comunque dovrebbe essere a sua volta preferito a Kucka.

Tratto dalla Gazzetta dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy