Handanovic: “Il più bel momento all’Inter? Quando sono arrivato qui”

Handanovic: “Il più bel momento all’Inter? Quando sono arrivato qui”

Commenta per primo!

Il portiere sloveno nerazzurro, Samir Handanovic, esce dai pali e spazia a tutto campo in un’intervista rilasciata ad Inter Channel: “Con Mancini ci alleniamo bene, ci dà fiducia: speriamo che i risultati arrivino presto. Palacio è bloccato? Secondo me non è preoccupato per i gol, ha un problema alla caviglia che forse non sempre viene ricordato. Questa storia dei gol non la chiamo neanche problema, perché è un giocatore generoso che fa molto lavoro anche per gli altri. Dobbiamo tornare competitivi, magari lottando per lo scudetto”.

crescita — Handanovic ha ripercorso alcune tappe della sua carriera, sin dai primi momenti: “Da piccolo ho giocato anche fuori dai pali. Poi ho seguito mio cugino, più grande di me, e ho scelto di andare in porta. L’annata della svolta è stata senza dubbio quella del 2006/07, con il Rimini. E’ stato il primo gradino. Ho trovato un gruppo fantastico, quella serie B era molto competitiva, c’erano Juventus e Napoli. Oggi sono orgoglioso di indossare la maglia nerazzurra. E’ un pubblico che pretende questo, è normale, ma allo stesso tempo dà molto. Speriamo di poter dare loro ciò che meritano. Spesso, anche se i risultati non arrivano, mostrano entusiasmo. Il record dei rigori? E’ una bella cosa che vivo con serenità perché l’idea di perderlo non mi impensierisce: è il calcio, succede, e se prendessi gol al prossimo rigore non diventerebbe un problema troppo grande. Futuro? Penso al presente. Spero di tenermi bene fisicamente e di giocare il più lungo possibile”.

inter — Il portiere nerazzurro si è poi concentrato sul momento del gruppo di Mancini: “La squadra deve crescere ancora e adesso c’è la Lazio. Le partite, però, sono tutte diverse; credo che prima delle gare non si dovrebbe parlare, perché le cose non vanno sempre come uno crede. Nello spogliatoio ho uno splendido rapporto con tutti, naturalmente ho maggiore intesa con gli slavi. Finale di Europa League? Questa competizione presenta belle partite, ci sono tante squadre forti. Varsavia è un obiettivo, certo: vediamo. Il più bel momento che ho trascorso con questa maglia è stato quando sono arrivato: ho pensato che bello…sono all’Inter”.

curosita’ — ” Nel tempo libero sto a casa con la famiglia, sono un amante del buon vino – ha aggiunto Handanovic – Il mio piatto preferito? Sono tre cose: bresaola, crostata e il caffè. Altri sport? Mi appassionano basket e pallavolo. La partita più bella? Slovenia-Russia, la qualificazione al Mondiale”.

Gasport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy