Il Bologna stende il Verona: arriva Guidolin?

Il Bologna stende il Verona: arriva Guidolin?

Commenta per primo!

Il Bologna di Roberto Donadoni passa anche al Bentegodi (0-2) e manda il Verona all’inferno. Una vittoria importante per i rossoblù, che raggiungono l’Udinese, una sconfitta che profuma d’addio per Andrea Mandorlini, fermo all’ultimo posto in classifica.

Il tecnico degli scaligeri è vittima di molti infortuni, ma in società preoccupa l’assenza di reazione che il Verona mostra domenica dopo domenica: ecco che il nome di Francesco Guidolin si fa sempre più pressante e con la sosta potrebbero esserci novità.

Il Bologna di Donadoni presenta Destro a guidare l’attacco supportato dagli inserimenti di Giaccherini che parte a sinistra e dei centrocampisti centrali Diawara e Donsah. L’avvio è imbarazzante per il Verona. Gialloblu che pagano forse la troppa pressione tant’é che in meno di quindici minuti il Bologna viola due volte la porta di Rafael. Dietro il Verona balla troppo e per i felsinei e’ gioco facile. Prima è Giaccherini che gira di sinistro un traversone basso di Masina, poi a coronamento di un’altra azione che si dipana sulla fascia sinistra per trovare il suo sbocco sul fronte opposto è l’ex Donsah a superare ancora Rafael e a gelare il Bentegodi.

Roberto Donadoni non perde la sua proverbiale tranquillita’ nel commentare la vittoria: “Il giudizio e’ estremamente positivo. Mi piace la voglia dei ragazzi, la disponibilita’ di chi entra a partita in corsa. Non abbiamo fatto nulla, due vittorie sono sicuramente un aspetto positivo, ma il lavoro da fare e’ molto lungo, non dobbiamo distrarci e rimanere sempre concentrati al massimo”.

 Andrea Mandorlini e’ in volto. “Le parole servono poco. L’abbiamo preparata bene, poi dopo poco piu’ di 10 minuti sei sotto di due reti, c’e’ poco da commentare. La squadra ha subito il contraccolpo, a livello psicologico e’ debole. Abbiamo provato a riaprirla, tanta volonta’, tanti cross ma abbiamo fatto poco. Non abbiamo mai trovato il colpo per cambiarla, per riaprirla. Responsabilita’ mie? Ci sono. L’allenatore e’ il primo responsabile di questa situazione. Comunque sia chiaro, io non sono mai stato e non saro’ mai un problema del Verona”, ha affermato il tecnico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy