Muntari: “Finalmente giustizia, trattato come un criminale”

Muntari: “Finalmente giustizia, trattato come un criminale”

Dopo il ricorso accolto dalla Corte d’appello della Figc, Sulley Muntari ha rilasciato un comunicato al sindacato mondiale dei calciatori

Commenta per primo!

Dopo una settimana complicata per lui, Sulley Muntari in un comunicato rilasciato al sindacato mondiale dei calciatori, dopo che la squalifica per avere abbandonato il campo dopo i cori razzisti è stata cancellata, ha lanciato un messaggio di speranza: “Spero che tutto questo possa aiutare altri calciatori a non soffrire come me, spero che la mia vicenda sia un punto di svolta per l’Italia. E che faccia capire a tutti quando è il momento di alzarsi in piedi per difendere i propri diritti. Vittoria importante, nel calcio e nella società non c’è spazio per il razzismo. Grazie a chi mi ha sostenuto: dal sindacato, all’Onu sino all’Associazione Italiana Calciatori”. Poi ha aggiunto: “Finalmente qualcuno mi ha ascoltato – le parole del centrocampista ghanese – ero arrabbiato e mi sono sentito isolato. Sono stato trattato come un criminale. Com’è stato possibile che sia stato punito quando invece ero la vittima?”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy