Pinzi, ‘signore in giallo’: “Il mio modo di giocare mi porta a rischiare”

Pinzi, ‘signore in giallo’: “Il mio modo di giocare mi porta a rischiare”

“Una palla può essere determinante e se la recuperi è una chance d’azione per i tuoi compagni”: così si racconta Giampiero Pinzi, leader anche col Chievo

Commenta per primo!

Gianpiero Pinzi ‘signore in giallo’ anche al Chievo. Del resto quando uno da tutto in campo, va anche incontro ad ammonizioni come lui stesso racconta al Corriere di Verona.  “Il mio modo di giocare mi porta a rischiare il cartellino. Una palla può essere determinante e se la recuperi è una chance d’azione per i tuoi compagni. Poi conta anche l’indole. Da giovane ero molto più ruvido e non me ne lasciavano passare una. Ora non mi butto più a capofitto. Ho sempre  avuto un grandissimo rapporto con gli arbitri, comunque. Franchezza totale, magari qualche scontro, ma al 90′ finisce tutto. Li stimo. Possono sbagliare loro, posso sbagliare io. E se c’è da aiutarli, lo faccio“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy