Pioli: “Dopo il ko con il Chievo mi aspetto dei passi avanti”

Pioli: “Dopo il ko con il Chievo mi aspetto dei passi avanti”

Il tecnico viola presenta il lunch match di domani contro l’Udinese: “La formazione friulana verrà qui con l’intento di dare continuità all’ottimo risultato conquistato contro la Sampdoria”

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Cancellare il ko con il Chievo e prendere le distanze dall’Udinese. Sono questi gli obiettivi della Fiorentina, che domani alle 12.30 ospiterà allo stadio Artemio Franchi il team di Gigi Delneri. Ecco come il tecnico viola Stefano Pioli ha inquadrato il lunch match dell’ottava giornata di Serie A nella conferenza stampa odierna: “Ci aspettiamo un’Udinese che vorrà dar continuità all’ottimo risultato raggiunto contro la Sampdoria. Quella friulana è una squadra ricca di qualità, ha tanti singoli importanti, sia a livello tecnico che di gamba. E’ una squadra fisica. Quindi sarà vogliosa e determinata e proverà a chiuderci gli spazi quando avremo la palla noi e cercherà di colpire negli spazi, avendo a disposizione giocatori dotati di grande velocità e corsa. Ci vorrà grande attenzione da parte nostra. Con il Chievo abbiamo compiuto dei passi indietro, ora mi aspetto passi ulteriori, perchè credo che le nostre potenzialità siano diverse da quelle messe in campo contro i veronesi. Quindi mi aspetto una prestazione molto attenta, decisa e precisa, perchè ci saranno situazioni nelle quali l’aspetto tecnico sarà molto importante”.

Per quanto riguarda la condizione generale della squadra, Pioli sottolinea: “La sosta purtroppo per noi è stata lunga, ma abbiamo cercato di utilizzarla per valutare questo inizio di campionato, per sviluppare le nostre situazioni. In nazionale si è infortunato Gil Dias, che sarà costretto a rimanere fermo per un po’, e si è bloccato anche Riccardo Saponara. Mi auguro di riaverlo presto a disposizione. Per il resto la squadra sta bene, sono tutti disponibili”.

Infine, sulle prospettive della Fiorentina per la stagione in corso, il tecnico ex Inter sottolinea: “Credo che la classifica vada guardata al termine del girone di andata. Partite facili sulla carta non ci sono. Tutto dipende da noi. Abbiamo dimostrato di essere in grado di poterci giocare le partite alla pari con i nostri avversari, ma c’è bisogno di uno sforzo importante per poter ottenere un risultato prestigioso. Chiaro, però, che domani, arrivando da una sconfitta nella quale hanno inciso maggiormente le nostre mancanze rispetto il valore degli avversari, vogliamo dimostrare che è stato solo un incidente di percorso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy