Roma, Garcia: “La giustizia sportiva italiana è da riformare”

Roma, Garcia: “La giustizia sportiva italiana è da riformare”

Commenta per primo!

Alla vigilia di Torino-Roma Rudi Garcia ha puntato il dito contro il Giudice Sportivo: “La giustizia sportiva italiana è fatta così: decide un solo uomo il giorno dopo. Condanna o giudica tutti gli episodi del week end, gli altri paesi hanno una commissione e c’è un dibattito. Su questo punto la giustizia sportiva italiana deve migliorare, non mi sembra ci sia il concetto della giustizia.”

Poi ha aggiunto:”Le contestazioni dei tifosi le prendo come capricci degli innamorati: quando due entità si amano a volte può esserci anche un po’ di dissenso”. Secondo il tecnico francese, “tutti vogliono vedere in campo una squadra che dimostra orgoglio e carattere. Lo voglio io, la società i giocatori stessi e i tifosi. E’ normale, e quando c’è questa dimostrazione per me non è male, vuol dire che c’è vita, che c’è una risposta”. “Ma la cosa più importante – sottolinea alla vigilia della gara in casa del Torino – è che c’è amore tra i giocatori e i tifosi, e io lo so perché vivo nello spogliatoio. Dopo ci sono i capricci degli innamorati, che si guardano un po’ da lontano con un piccolo sorriso a volte”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy