Samp-Udinese vista da Genova

Samp-Udinese vista da Genova

Occasione sfumata per la Sampdoria che non acchiappa la vittoria, riuscendo solo a guadagnare il pareggio contro un’Udinese determinata. Blucerchiati in vantaggio con Obiang, poi costretti a inseguire per i due gol degli ospiti: chiude i conti Gabbiadini che regala il pari finale alla Samp.

Blucerchiati che, in attesa del risultato di Inter – Lazio, chiudono comunque il campionato d’inverno al terzo posto, a 27 punti con il Napoli e la Lazio.

«Abbiamo assistito ad una bella partita, il pubblico oggi penso si sia divertito. Oggi sia noi che l’Udinese volevamo vincere», ha detto Sinisa Mihajlovic che però lamenta un “blackout” in cui gli ospiti in tre minuti hanno trovato il pari e il vantaggio. «Forse meritavamo di più anche se bisogna essere onesti, l’Udinese poteva chiudere la gara in più di un’occasione». Sull’addio di Gabbiadini e sugli arbitri, Mihajlovic ancora una volta è categorico: no comment. «Non parlo di mercato, il ragazzo é ancora nostro e quindi non si pone il problema. Sono contento che abbia fatto gol e soprattutto dopo un bel cross di De Silvestri. Okaka? Gli arbitri non gli fischiano nulla ma lui non deve più protestare».

«Felici per la prestazione, meritavamo di vincere. Orgogliosi del nostro 2014 e se Gabbiadini andrà via resteremo competitivi», dice il capitano Gastaldello.

«Sono fuori dal recinto e sto parlando da cittadino italiano. Possono deferirmi ma da cittadino non possono togliermi il pensiero, mi hanno umiliato e dato del razzista. Ma adesso auguri a tutti gli Italiani: voglio un calcio allegro, senza barriere, di divertimento, entertainment. Altrimenti sono solo insulti». Così Massimo Ferrero davanti allo stadio Ferraris al termine di Samp-Udinese. Ha concluso facendo l’imitazione di Crozza: «Forza Samp&Doria, sempre».

Il Secolo XIX

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy