Sassuolo, Di Francesco: il nostro punto di forza è la verticalità

Sassuolo, Di Francesco: il nostro punto di forza è la verticalità

Il tecnico neroverde presenta la sfida di domani con l’Udinese e poi lancia un messaggio a Zico: “Quando ho iniziato a giocare era uno dei miei idoli, spero di incontrarlo”

A 24 ore dal confronto con l’Udinese, in programma domani alle 15 allo stadio Friuli, il tecnico del Sassuolo Eusebio Di Francesco ha dichiarato: “Facciamo tesoro della gara con il Chievo, che rimane comunque difficile da commentare visto che era stata pensata in un certo modo e dopo tre minuti ci siamo ritrovani in inferiorità numerica (per l’espulsione di Timo Leschert, ndr), e guardiamo con ottimismo alla prossima gara con l’Udinese. La mia squadra sta crescendo, ho fatto riposare alcuni ragazzi che erano stati impiegati molto finora e ho inserito alcuni ragazzi della Primavera“.

Ecco come si è preparato il Sassuolo: “Ho lavorato moltissimo sulla mia squadra sapendo che gioca molto in verticale, non palleggia moltissimo per poter arrivare in porta, non fa del possesso palla la sua arma principale, ma delle verticalità. Cercheremo di coprire la loro profondità, rimanendo però corti e compatti“. Sul team di Gigi Delneri, poi, sottolinea: “L’Udinese ha delle qualità fisiche importanti, ma come altre squadre. Zico? Spero di stringergli la mano. Da quando ho iniziato a giocare a calcio è sempre stato uno dei miei idoli. Comunque cercheremo di rendere la vita difficile all’Udinese che in casa, anche al cospetto di grandi formazioni, ha sempre disputato ottime partite”.

Per la gara contro i friulani, oltre allo squalificato Leschert, non ci saranno Ragusa (attacco influenzale) e Antei (problema al ginocchio). A tal proposito Di Francesco aggiunge: “Peluso centrale è una delle soluzioni alternative. Missiroli dall’inizio? No, è quasi pronto ma non possiamo affrettare i tempi. Defrel? Non ha ancora i 90 minuti nelle gambe“.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy