Serie A: l’opinione di Franco Zuccalà

Serie A: l’opinione di Franco Zuccalà

Consueto punto della situazione sul campionato a cura di Franco Zuccalà, storica firma del giornalismo italiano, per l’Agenzia Italpress

In attesa di saperne di piu’ sul derby romano (domenica, lunedi, mai: quando ? Fatecelo sapere), che sara’ decisivo per il secondo posto, erroracci degli arbitri, piccoli e grandi drammi a 180′ dalla fine e balletti di esclusive tv. Per ora, accontentiamoci delle speranze del calcio italiano di tornare a vincere la Champions. E aspettiamoci i valzer delle panchine, le lotte per l’acchiappo dei giocatori migliori spendendo pochi soldi e tutte le polemiche e i casi bollenti tipici di fine stagione. La Juventus ha portato a San Siro una formazione largamente rimaneggiata (senza Buffon, Chiellini, Evra, Pirlo, Vidal, Tevez) e ha vinto ugualmente: segno che le cosiddette “seconde linee” sono altrettanto forti. Il momento d’oro di Morata che, dopo aver “eliminato” con due gol in Real Madrid, ha segnato pure quello della vittoria sull’Inter. Ci sono stati anche il grande apporto di Marchisio a centrocampo e le parate di Storari, che hanno dato tre punti “superflui” alla capolista che ha approfittato degli errori avversari e di alcune circostanze fortunate (traversa di Shaqiri, gol di Brozovic annullato ingiustamente). Ma fondamentalmente c’e’ da dire che la Juve e’ bella carica per il triplete, anche se non sara’ facile battere Lazio in Coppa Italia e Barcellona in Champions. Intanto, sono state rimandate le gozzoviglie, vigilie da frati trappisti, mentre Mancini e’ stato rassicurato da Thohir sugli acquisti. Nella corsa per il  secondo posto, la Roma ha mantenuto il punto di vantaggio sulla Lazio e potra’ consrvare la sua posizione di privilegio battendo un’Udinese molto coraggiosa che ha tenuto sulla corda i giallorossi sino alla fine. Errori in difesa sui gol di Thereau, che ha portato in vantaggio i friulani e, dopo il pareggio di Nainggolan, su quello decisivo di Torosidis. La squadra di Pioli ha vinto a Marassi, contro una Samp sempre combattiva, ma battuta con un gol di Gentiletti (con trattenuta di Klose su Viviano) che, proprio nello stadio genovese si era fatto male, e vi e’ tornato a giocare: quando si dice il destino. La Lazio ha dimostrato grande vitalita’ , alla vigilia della partita con la Juve in Coppa Italia. Nel Monday Night, Il Napoli, contro il Cesena retrocesso in B dovra’ necessariamente vincere per far dimenticare le delusioni europee e restare in corsa per la Champions. Altrimenti, pazienza, perche’ saranno le romane a decidere. Le vicende che hanno riguardato Benitez, le polemiche ecc. non saranno dimenticate, ma e’ impensabile un’altra delusione. Andata 4-1 per gli azzurri. Fischiera’ Irrati. Sabato il Napoli dovra’ affrontare la trasferta sul campo della Juventus. Corsa all’Europa League: per due posti ci sono il Genoa, la Fiorentina e la Samp, mentre sperano (a distanza) Inter e Torino. Il Grifone ha vinto alla grande a Bergamo: dopo un follia di Burdisso (mani inutile e rigore segnato dall’ex rossoblu Pinilla), i rossoblu si sono scatenati con gol bellissimi di Pavoletti, Bertolacci e Iago Falque. In due partite, nove gol. E domenica affronteranno l’Inter. Giochera’ nel Moday Night pure la Fiorentina, contro un Parma privo di Lila. All’andata i vola vennero sconfitti (1-0). Montella non vuole piu’ fischi, ma aspetta la reazione della squadra. Arbitro Tommasi. Il Torino ha battuto con una doppietta di Maxi Lopez un (troppo) tranquillo Chievo, facendo dimenticare Genova. I granata inseguono un’utopia. Nella lotta per la salvezza, l’Atalanta, pur perdendo malissimo, ha raggiunto il traguardo perche’ il Cagliari ha perso in casa con in Palermo. Troppi cambi nel club sardo: presidenti, allenatori, ecc. I rossoblu hanno raggiunto Cesena e Parma in B. Nelle partite senza patemi, il Milan e’ incappato nel “fatal Sassuolo” dove ha preso una tripletta da Berardi (che l’anno scorso gliene aveva rifilati quattro), ma un gol non era entrato e il secondo era in fuori gioco. L’arbitro Guida e i suoi collaboratori  (espulsi Bonaventura e Suso), ma -a prescindere- non sono stati impeccabili. Dopo la vittoria sulla Roma, settima sconfitta esterna (terza consecutiva) dei rossoneri: che dire ? Che per il Sassuolo, il Milan e’ l’avversario ideale (tre vittorie in quattro gare). Il Verona ha cercato di far segnare Toni (traversa), contro l’Empoli, ma ha potuto solo…battere l’Empoli, grazie a una grande prestazione di Sala. Sarri vuol mandare in ritiro i suoi, dopo la sconfitta del Bentegodi. Ma i ritiri costano ! Ora che son venuti in A Frosinone e Carpi, Lotito potra’ gustare le “Sagne e fagioli” della Ciociaria nonche’ “Chizze” e “Erbazzone” reggiano. Buon appetito, presidente, e si faccia rispettare in Lega: faccia spostare il derby, lei che ha i voti…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy