Tino Costa, con l’Udinese prove di debutto dall’inizio

Tino Costa, con l’Udinese prove di debutto dall’inizio

Niente Bertolacci, squalificato e infortunato contro l’Udinese di Stramaccioni che, ai tempi dei Giovanissimi della Roma, fu decisivo nella carriera del centrocampista: «In quel periodoero un po’ cicciotello, poi mi sono sviluppato. Però correvo e menavo… Giocavo poco, dicevo che ero più forte degli altri, infatti poi cambiò tutto: andò via l’altro allenatore e arrivò Strama. Con lui feci i salti: allievi sotto età, Primavera sotto età». Fino alla A, fino al Genoa. Ma contro Strama, ora, Bertolacci non ci sarà (peraltro aumenta la lista delle pretendenti: Juve, Milan, Fiorentina, ora anche Amburgo, Everton e Valencia). E il Grifone ha la coperta un po’ corta in mezzo. Ieri Kucka si è allenato, di ritorno dagli impegni nella Slovacchia, ma ha pure un tutore a un pollice a dar noia. E Rincon è rientrato ieri dalle gare nel Venezuela, volo transoceanico (come Roncaglia) e unico allenamento oggi nella rifinitura. Tanto che potrebbe profilarsi un ballottaggio fra i due, per accompagnare Tino Costa, il quale sarebbe così al debutto dal primo minuto.

Davanti, altro ballottaggio: Borriello Niang. Centravanti fra le ali Falque e Perotti, anche qui può esserci esordio dal 1’ per Borriello. Mentre dietro si è fermato Marchese per la lombalgia (out come Ariaudo e Perin), certi del posto sono Burdisso e De Maio. Quanto alla terza maglia, da verificare come detto le condizioni di Roncaglia, il quale tuttavia potrebbe anche avere un turno di riposo. Nel caso, spazio a Izzo, fresco di convocazione in Under 21 e di rinnovo del contratto con il Genoa fino al 2019. Festeggiato pure su Twittere: «Con questa maglia mi vieni la pelle d’oca…», corredato da un cuoricino rosso e uno blu.

Tratto da Il Secolo XIX

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy