Cosmi e Marino, due ex Udinese alla riscossa

Cosmi e Marino, due ex Udinese alla riscossa

Serse Cosmi e Pasquale Marino, due ex dell’Udinese, si stanno prendendo delle belle soddisfazioni con il Trapani e col Vicenza. Alla Gazzetta dello Sport, in una intervista doppia, hanno parlato delle aspettative attorno alle due squadre.
Perché non avete ancora perso? 
Cosmi : «Perché siamo la seconda difesa meno battuta (dopo il Perugia, ndr ) e abbiamo Nicolas, un signor portiere. Ma non basta, contano gli episodi e la fortuna».
Marino : «Troppi pareggi, e questo non mi sta bene anche se abbiamo giocato un buon calcio».
La gara che avete rischiato/meritato di perdere? 
C: «Meritato, nessuna. A Salerno, se Nicolas non avesse parato il rigore…». M. «Col Pescara abbiamo pareggiato nel recupero, ma la sconfitta sarebbe stata ingiusta».
Febbraio 2014, Cosmi per Marino a Pescara. 
C «Cose che succedono… Mi piace Marino, la sua ironia, che apprezzo ancora di più dopo aver conosciuto la Sicilia. Sono il tecnico più vecchio della B, il mio giudizio conterà qualcosa».
M: «Eravamo a 3 punti dal primo posto, poi si è rotto qualcosa con il mercato».
Trapani 13, Vicenza 11: classifica giusta? 
C: «Direi che tiene conto dei valori tecnici»
M. «Quattro pari in casa, 2 rigori sbagliati: mancano 4 punti. Solo col Como abbiamo fatto errori grossolani».
In cosa vi assomigliate? 
C: «C’è la stessa voglia di tornare in A e dimostrare a chi ci criticava che ce lo meritiamo».M. «Abbiamo caratteri diversi e la stessa idea di calcio: lui gioca con due punte e un trequartista, io con tre attaccanti».
Cosmi da 10 anni non fa un campionato intero, Marino da 6. 
C : «Lavorare dal ritiro è fondamentale».
M. «Se uno ha idee da trasmettere, arrivare a stagione in corso non è un problema: è andata così a Vicenza».
L’esonero che non avete capito? 
C . «A Brescia, dopo 5 partite».
M: «Quello di Parma».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy