Meret, futuro incerto: “Spal o Udinese? L’importante è giocare”

Meret, futuro incerto: “Spal o Udinese? L’importante è giocare”

Il portiere friulano, da tempo accostato alla Juventus, è stato ospite oggi del Gran Galà di Serie B

Commenta per primo!

Una stagione così sarà difficile da dimenticare. Alex Meret ha vissuto un campionato da protagonista nella Spal ed è anche merito suo se la formazione emiliana è riuscita a ritornare in serie A dopo 49 anni. Ospite al Gran Galà Top 11 di serie B, il portiere friulano, di proprietà dell’Udinese, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky: “Ancora non mi rendo conto di quello che abbiamo fatto. È stata una grandissima impresa che in pochi si aspettavano ad inizio anno. Abbiamo festeggiato come è giusto che sia. È stato un anno di formazione molto utile per me, è stata la prima esperienza in una squadra professionistica: mi ha dato la possibilità di migliorare. Per il prossimo anno ancora non so niente, si vedrà. La fotografia della stagione? Mi piace ricordare l’ultimo minuto della sfida con la Ternana perché vedevo i nostri tifosi esultare ma non capivo bene perché. Ho realizzato solo dopo, ed è stata un’esplosione di gioia”. Non è un mistero che la Juventus sia sulle sue tracce da parecchio tempo, ma difficilmente Alex arriverà a Torino a giugno. Più probabile che venga girato in prestito, probabilmente alla stessa Spal. “Per un giovane è importante giocare – le parole del giovane portiere -, se dovesse essere alla Spal ne sarei felice perché qui mi sono trovato benissimo. Ma sarebbe bellissimo giocare anche all’Udinese, la squadra della mia città”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy