Vicenza, Marino: Secondo tempo da dimenticare

Vicenza, Marino: Secondo tempo da dimenticare

Al Vicenza non rimane che guardare avanti. In casa la squadra di Marino fatica terribilmente e la sconfitta col Novara ne è la dimostrazione. “…Quando si perde la prestazione non è come deve essere – afferma il tecnico – . Il secondo tempo è stato brutto. Nel primo tempo abbiamo preso gol in una situazione leggibile, non ci siamo fatti trovare ben preparati.  Nel complesso nella prima parte di gara la squadra ha giocato e ha fatto di tutto per rimettere le cose a posto. Nella ripresa c’è stata una metamorfosi in negativo. Si sono verificati momenti nei quali abbiamo perso il controllo del gioco, momenti duranti i quali eravamo distanti nel fare il pressing. E’ stato un secondo tempo da dimenticare. Se riuscivamo a farlo come il primo, durante il quale abbiamo avuto diverse buone opportunità, c’era la possibilità di rimettere le cose a posto. Nella ripresa è stato fatto un grosso passo indietro…”.

“…Probabilmente a livello inconscio inizia a mancare la vittoria in casa e la frenesia ci ha fatto sbagliare troppo. Me ne accorgo quando si inizia a verticalizzare e buttare qualche pallone lungo. Questa frenesia di andare sul lungo è un qualcosa che non siamo abituati solitamente a fare e questa sera abbiamo abusato di questo. Mi sembra che a volte non ci sia la lucidità per giocare nel breve, nel fraseggio stretto e ci togliamo il pensiero cercando di andare sul lungo sfruttando un giocatore strutturato davanti senza accompagnare bene l’azione per eventualmente sfruttare la spizzata dell’attaccante centrale. Sono aspetti su cui dobbiamo lavorare. La Serie B è un campionato duro e conta muovere la classifica quando non si vince…”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy