Guidolin: “In premier c’è spazio per le favole”

Guidolin: “In premier c’è spazio per le favole”

L’unico vero problema per mister Guidolin è il vento: troppo in Galles, difficile anche andare in bici!

Commenta per primo!

Chiamatelo mister Francesco Guidolin, ma non come sinonimo solo di allenatore, oramai si sta ambientando in Galles e in Premier e dopo i primi mesi allo Swansea ora è pronto a ripartire per consolidare quanto fatto.  «C’è qualcosa di diverso nel calcio britannico, un richiamo forte. Sono felice di aver risposto. In Italia mi avevano cercato in tanti, e li ringrazio. Ma sono convinto di aver fatto la scelta migliore. Di vita e di carriera», ha raccontato alla Gazzetta dello Sport. «Swansea ha già la sua favola. Fino a 3-4 anni fa la squadra si allenava su dei campi bruttissimi e i giocatori non avevano spogliatoi propri: si cambiavano in una palestra pubblica. Hanno conquistato la promozione in Premier così, adesso c’è un bel centro di allenamento e la scalata è stata fantastica. Nell’ultima stagione c’è stato il pericolo retrocessione, si è sentita l’esigenza di cambiare qualcosa e per questo sono stato chiamato. Ci siamo salvati, non era scontato. Riprendere la marcia sarebbe un bel risultato: l’idea è arrivare ai 40 punti salvezza che valgono tanto in tutto il mondo, poi togliersi qualche soddisfazione».

 

In fondo l’Inghilterra è il paese delle favole: «Sì, diciamo che qui le favole sono più plausibili. In Italia l’Empoli può anche giocar bene, ma non vincerà mai il campionato. In Premier può capitare più di frequente di incontrare le squadre forti in un momento no e batterle. Ma il Leicester che vince il campionato è un evento che capita comunque di rado».

Mentre il Galles…. «Se potessi farei qualche cambiamento al clima. Rispetto a Swansea, Londra è come i Caraibi. Non si può andare in bicicletta perché c’è troppo vento, ma i sentieri per correre e camminare sono meravigliosi. Così non sento la mancanza della mia amata bici. C’è un posto fuori città che si chiama Mumbles e mi piace molto. Vorrei cambiare casa. Sono pronto a vivere dove trovi le pecore e le mucche dietro la porta».

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy