Il DG della FIGC, Uva: “Udine, a presto!”

Il DG della FIGC, Uva: “Udine, a presto!”

La Nazionale a Udine non è stata solo di passaggio. Il Friuli ha convinto tutti in Federazione a riportare presto gli Azzurri.

Commenta per primo!

Una cosa è certa: la Nazionale a Udine non è stata di passaggio. Lo Stadio Friuli, il grande tifo, l’organizzazione impeccabile ha dato indicazioni chiare che i vertici della FIGC non si sono fatti sfuggire.

«Credo che la Federazione – ha affermato il DG Michele Uva al Messaggero Veneto – valuterà prossimamente Udine non solo per gare che potrebbero interessare le selezioni giovanili, come l’Under 21: ora c’è un impianto che soddisfa gli standard per un impegno ufficiale della nazionale maggiore». Insomma nel prossimo futuro Udine si tingerà certamente d’azzurro ancora.

Uva non fa mancare i complimenti agli artefici di questo successo: «Ho seguito da vicino l’iter che ha portato alla profonda ristrutturazione dell’impianto. So che la strada è stata tortuosa, sono stato in contatto fin dall’inizio con la proprietà e la dirigenza, in particolare con il dottor Rigotto. I Pozzo hanno fatto un lavoro a dir poco eccezionale ed è giusto che riconoscere i loro meriti. Si tratta di una società modello che opera in una realtà che noi della Federcalcio abbiamo toccato con mano negli scorsi giorni restando colpiti»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy