L’udinese Noselli si racconta: Da New York a Sasso Marconi

L’udinese Noselli si racconta: Da New York a Sasso Marconi

Udinese di nascita i primi calci in bianconero, poi tanta esperienza e soprattutto tanti gol. Oggi Noselli segna ancora a Sasso Marconi

Commenta per primo!

Udinese di nascita, emigrante per forza, Alessandro Noselli in bianconero non ha trovato fortuna, ma altrove si è sempre confermato bomber di razza.

Alessandro Marzocchi per Gianlucadimarzio.com l’ha intervistato ora che continua a segnare a  Sasso Marconi, paesino sotto la provincia di Bologna, nel  campionato di Eccellenza, dopo che ha giocato anche con i mitici New York Cosmos da dove è tornato per un problema famigliare: “Tornato dagli Stati Uniti  cercavo una squadra in serie B che mi desse l’opportunità di giocare e dimostrare che non ero finito, ma nessuno mi ha mai dato questa chance. Avevo ancora voglia di giocare, divertirmi e questo è l’ambiente ideale”.

Nato a Udine, ha militato nel settore giovanile dell’Udinese e ha avuto il privilegio di allenarsi con giocatori come Bierhoff, Amoroso, Locatelli e Fiore: “Questi quattro sono stati veramente dei fenomeni. Quando ero giovane, cercavo di carpire qualche segreto da questi campioni; i primi due erano attaccanti come me e cercavo di studiare le loro movenze, mentre gli altri due tecnicamente erano veramente impressionanti. Mi piace sempre ricordare anche Dario Hubner, ci ho giocato insieme e devo ammettere che la voglia di goal che aveva lui, l’ho vista in pochi altri attaccanti. Tra i più giovani, conosco bene Berardi, mi sono allenato spesso con lui e devo dire che ha un potenziale straordinario.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy