Scudetti, cose da grandi: In Europa solo 12 città con meno di 500 mila abitanti campioni dal dopoguerra

Scudetti, cose da grandi: In Europa solo 12 città con meno di 500 mila abitanti campioni dal dopoguerra

Il Leicester di Ranieri potrebbe essere la tredicesima città sotto i 500 mila abitanti in Europa a conquistare un titolo tra Serie A, Premier, Liga e Bundesliga. A dimostrazione che i titolo sono cose da grandi

Quando si parla di Scudetti in Serie A, in Premier, in Bundesliga e in  Liga si deve fare una considerazione: è cosa da grandi città. Il miracolo Leicester è un episodio, come accaduto in Italia per BolognaCagliari e Verona.

Le città con meno di 500 mila abitanti che possono vantare un titolo sono pochissime: in Italia, dal 1945 in poi, solo le suddette Cagliari (150 mila abitanti) nel 1970 e Verona (250 mila) nel 1984 e il Bologna nel 1964 ci sono riuscite.

In Premier le cose non vanno poi meglio. In attesa dell’impresa di Claudio Ranieri, da quando è stata fondata la ‘superlega‘ solo il Blackburn di Alan Shearer (150 mila abitanti) nel 1995  è riuscito nell’impresa. Prima, con la ‘First Division‘, dal dopoguerra in poi l’onore è toccato  al Derby di Brian Clough (240 mila abitanti, 1975), all’Ipswich (120 mila abitanti nel 1962), al Wolves a cavallo  degli anni ’50 (100 mila abitanti) e al Burnely (70 mila abitanti, 1960).

In Liga va anche peggio: nel 2000 l’impresa del Deportivo La Coruña (120 mila abitanti), prima il Real Sociedad di San Sebastian (200 mila abitanti) ha cercato di interrompere l’egemonia eterna di Real Madrid e Barcellona.

Infine la Bundesliga: il Wolfsburg (123 mila abitanti) nel 2009, il Kaiserslautern (90 mila abitanti nel 1998, nel 1991), il Borussia Mönchengladbach (150 mila abitanti, cinque titoli a cavallo tra gli anni ’60 e ’70) e l’ Eintracht Braunschweig nel 1967 ci sono riuscite.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy