Zico ad Aquileia da Friul Tomorrow e AIDO per la paralimpica Giada Rossi

Zico ad Aquileia da Friul Tomorrow e AIDO per la paralimpica Giada Rossi

Reincontro tra Zico e Giada Rossi dopo la visita che il Galinho aveva reso a settembre nella capitale carioca a Casa Italia Paralimpica

Commenta per primo!

Il primo appuntamento in Friuli di Zico giovedì sera è avvenuto ad Aquileia. È stato promosso da Daniele Damele, per conto di Friul Tomorrow e AIDO (associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule). Alla conviviale ha partecipato Giada Rossi, medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016 nel tennis tavolo. Proprio Damele ha voluto questo reincontro tra Zico e Giada Rossi dopo la visita che il Galinho aveva reso a settembre nella capitale carioca a Casa Italia Paralimpica accogliendo in proposito un invito di Damele il quale nei giorni scorsi aveva chiesto al presidente del Comitato Italiano paralimpico, Luca Pancalli, di inviare un saluto a Zico in occasione del suo ritorno in Italia, invito immediatamente accolto da Pancalli che ha scritto una lettera di alto contenuto valoriale a Zico ringraziandolo e definendolo un “esempio internazionale dentro e fuori il campo di calcio”.

Ma la cena di Aquileia ha avuto numerosi momenti apprezzati da Zico e dalle trenta persone presenti come quando è stata donata una maglietta con un disegno di due cuori di Giorgio Celiberti, presente alla serata, e i loghi auguranti il “ben tornato” al beniamino brasiliano, di Friul Tomorrow, Aido, Euretica, Solo Grazie (l’iniziativa benefica dell’Aipem di Paolo Molinaro, anch’egli presente alla cena) e dell’Udinese club Arthur Zico Orsaria, presente con l’intero direttivo guidato dal presidente Alessandro Scarbolo e da Michele De Sabata omaggiati assieme a Zico della spilletta paralimpica.

Durante la serata, alla quale erano presenti anche Granziera e Foramiti, è stato ricordato che l’invito a Zico a tornare a Udine partì proprio da Casa Italia paralimpica a settembre con Damele mentre Massimo Medves, presidente di Vallimpiadi, ha, poi, portato a Arthur Coimbra e alla signora Sandra i dolci tipici delle Valli del Natisone e un’altra maglietta celebrativa mentre Giada Rossi e la sua famiglia hanno regalato a Zico e Damele una grappa tipica autografata dall’atleta paralimpica.

Prima del taglio finale della torta l’assessore regionale alle risorse agricole, Cristiano Shaurli, e il vicepresidente della Provincia di Udine, Franco Mattiussi hanno consegnato all’indimenticabile fuoriclasse carioca e a Giada Rossi libri sul Friuli e la bandiera della nostra terra. Una serata che rimarrà indelebile nella mente e nei cuori dei fortunati presenti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy