Zico, Maradona, Platini, i tre tenori alla conquista della FIFA

Zico, Maradona, Platini, i tre tenori alla conquista della FIFA

Zico, Maradona e Platini, i tre tenori per il posto di comando alla Fifa. Il Galinho aspetta l’appoggio della federazione brasiliana, Le Roy è ufficialmente sceso in campo, Maradona è l’anarchico del gruppo: non c’è ancora nulla di concreto in merito alla sua candidatura, ma intanto non le manda a dire.
Ha appena  annunciato, infatti,  di voler combattere la “mafia”, responsabile dello scandalo corruzione che ha provocato un terremoto nella Fifa. “Devo combattere la mafia che rimane ancora nella Fifa, devo combattere quelli che a lungo hanno rubato all’interno della Fifa”, ha affermato Maradona alla tv locale argentina ‘America’. Ma il campione non ha risposto alla domanda sulla sua eventuale volonta’ di correre per la presidenza della federazione mondiale del calcio: “Veramente voglio essere nella Fifa”.
Dagli anni ’80 d’oro per i tre alle scrivanie, con quella più importante obiettivo comune: dichiarato o meno, questo è il traguardo. Chi alzerà la coppa questa volta non è dato saperlo, non è detto nemmeno che uno di loro prevalga. Platini, per esempio, ha già ricevuto critiche dall’ex candidato Al Hussein.
Ma la partita è appena cominciata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy