Anima, cuore, gioco, gol. E punti

Anima, cuore, gioco, gol. E punti

Ed ecco fatta la ricetta per passare nella parte sinistra della classifica

di Paolo Minotti

Riparte il campionato, e nazionale o meno, l’ Udinese stava cominciando a mancare un po troppo, nonostante un inizio di stagione non proprio esaltante, una serie di pesanti sconfitte, un gioco approssimativo, errori e disattenzioni in successione e lo scampato esonero di Delneri.

Ma l’Udinese è l’Udinese, non si può starne senza, nel bene e nel male e comunque, le ultime due vittorie consecutive con Sassuolo e Atalanta avevano portato un po di tranquillità e allontanato i bianconeri dalla zona rossa della classifica, riportando un pizzico di fiducia in tutto l’ambiente. Quella contro il Cagliari non sarà una partita proprio così scontata, non solo per il valore dei sardi, che comunque sono alla portata della squadra di Delneri ma anche per l’atteggiamento che avranno i giocatori che scenderanno in campo dopo il lungo stop in campionato.

Partite come queste vanno prese di petto fin dal primo minuto, facendo sentire la pressione e la voglia di vincere all’avversario, anche per far valere il fattore campo e la grande spinta del pubblico friulano, due componenti purtroppo troppe volte tradite negli ultimi anni. Le soste sono state raramente favorevoli all’Udinese e anche per questo la partita di domenica dovrà essere l’occasione per invertire questa tendenza, ma come? Dando l’anima. Quello slogan tanto strapazzato dev’essere assolutamente rivalutato, uscendo dal campo con la maglia sudata. Con il cuore, perché se tieni alla maglia che indossi dai tutto te stesso per difenderla e onorarla, cercando di sovvertire anche le situazioni più sfavorevoli. Con il gioco, perché per appassionare i tifosi la squadra deve avere una sua identità, meglio se nella fase offensiva, proponendo azioni manovrate e veloci, divertendo il pubblico. Ed infine con i gol. Sono quelli che danno gioia, allegria e solitamente portano punti, invece negli ultimi anni i gol subiti sono sempre stati maggiori di quelli realizzati ed è per questo che l’Udinese non riesce ad uscire dalle ultime posizioni di classifica.

Ed ecco fatta la ricetta per passare nella parte sinistra della classifica : anima,cuore,gioco,gol e punti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy