Ma i compleanni non si festeggiano più?

Ma i compleanni non si festeggiano più?

Quest’anno ricorre il 120° anniversario di fondazione dell’Udinese. Al momento non ci sono eventi in programma per celebrare questa importante ricorrenza. E intanto, in altre piazze, sono state organizzate manifestazioni di grande successo

1 Commento

Centoventi. Sono gli anni che l’Udinese – ha compiuto o compirà, dipende dalle date che prendiamo a riferimento – quest’anno. L’8 settembre scorso, infatti, abbiamo ricordato l’anniversario della conquista del primo titolo, avvenuta a Treviso nel 1896, durante un torneo organizzato dalla Federazione Italiana Scherma, che di fatto segna l’inizio dell’avventura calcistica nella vecchia Società Udinese di Ginnastica e Scherma (che dal 1911 diverrà Associazione Calcio Udinese). Da lì cominciò tutto.

Per un anniversario tanto importante ci aspettavamo l’annuncio di un grande evento, con ospiti d’eccezione e stelle del passato, ma fino a questo momento da casa Udinese non è giunta alcuna comunicazione ufficiale. Sarebbe davvero un peccato perdere l’occasione di festeggiare un compleanno che ci rende tanto orgogliosi, visto che nell’attuale serie A c’è un solo club che vanta una storia più lunga, il Genoa, fondato nel 1893. Tra l’altro proprio il Grifone ha festeggiato sette giorni fa il compleanno numero 123 con una mega-festa organizzata alla Fiera del Mare di Genova, alla quale hanno partecipato circa 12mila tifosi rossoblu. Un evento con due madrine d’eccezione – Ornella Muti e la figlia Naike Rivelli -, tanti ospiti musicali e, ovviamente, tutti i dirigenti capitanati dal presidente Enrico Preziosi e la squadra al gran completo, accompagnata dallo staff tecnico. Una serata ben riuscita, esattamente come quella organizzata dalla Fiorentina in occasione del 90° anniversario di fondazione, avvenuto a fine agosto. Pur avendo ridimensionato lo spettacolo in segno di rispetto delle vittime del sisma avvenuto proprio in quei giorni nel Centro Italia, il club viola ha riunito allo stadio Artemio Franchi alcuni dei più grandi campioni del passato (da Giancarlo Antognoni, ad Albertosi, De Sisti, Passarella, Baiano, Chiesa… mancavano solo Gabriel Batistuta e Roberto Baggio), davanti a un’entusiasta folla viola.

Novanta saranno anche gli anni che compirà l’As Roma nell’estate 2017 e, secondo fonti capitoline, la società giallorossa sarebbe già al lavoro per organizzare un evento per i suoi tifosi. Intanto sulla sponda opposta, lo scorso gennaio è stata organizzata una festa dello sport in piazza della Libertà per festeggiare i 116 anni della Ss Lazio. In particolare sono stati enfatizzati due aspetti del sodalizio: quello sociale, con una raccolta di alimenti e vestiti da destinare ai meno abbienti, e quello polisportivo, essendo proprio la Lazio la più antica polisportiva in Europa con le sue numerose sezioni (la più longeva è quella dell’atletica).

Forse anche negli uffici bianconeri si sta lavorando in gran segreto per regalare ai propri supporters una giornata o una serata di sport, ricordi e intrattenimento. Perchè ciò che conta è il presente, ma non si può dimenticare il passato o ignorare il futuro…

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vainmonewat - 11 mesi fa

    dimenticarsi di un avvenimento che per i tifosi è importantissimo indica una disaffezione della proprietà verso i colori sociali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy