Ma soprattutto, grazie Oreste !

Ma soprattutto, grazie Oreste !

L’Udinese vince, ma deve dire grazie (ancora una volta) alle parate del suo portierone greco.

Commenta per primo!

Iachini mantiene le promesse e schiera i bianconeri come aveva provato durante tutta la settimana, un 4-3-2-1 con De Paul e la sorpresa Evangelista alle spalle dell’unica punta Zapata, Samir e Widmer ai lati dei due centrali Felipe e Danilo, Badu, Fofana e Hallfredsson a comporre la mediana.

L’Udinese ritrova la vittoria e questo era ciò che contava, seppur la squadra abbia ancora una volta mostrato i propri limiti nella gestione del gioco, nella creazione di occasioni da rete, nel ripetersi di errori individuali nella fase difensiva e nella concessione di troppe occasioni agli avversari, a dispetto delle ultime uscite si è vista una buona condizione atletica generale e le giuste motivazioni, specialmente in quei giocatori che poi risulteranno decisivi: Felipe, Fofana, De Paul, Perica e l’Ateniese.

I portieri sono lì per parare e questa è una sacrosanta verità, poi però ci sono parate e parate e quelle del portierone greco sono quasi sempre decisive. L’arrivo di Orestis Karnezis in Friuli è stato doloroso per chi avrebbe voluto vedere il nostro Scuffet titolare inamovibile a difendere la porta bianconera, ma la stima, il rispetto e la fiducia, l’Orestone se l’è guadagnata tutta sul campo, con parate incredibili e non è un caso infatti, anche a detta di molti, che l’Udinese si sia aggrappata a lui e a Totò Di Natale per la permanenza in serie A in questi ultimi due anni.

Anche contro l’Empoli Oreste si è ripetuto, sfoderando almeno quattro parate stratosferiche, specialmente l’ultima su Gilardino nel secondo tempo, togliendo praticamente il pallone dalla porta, che oltre a permettergli di aggiudicarsi la palma del migliore in campo, ha consentito all’Udinese di portare a casa i tre punti, sfatando un tabù che durava dall’ultima partita casalinga interna contro il Napoli.

Finalmente è ritornata la vittoria che porterà un po di tranquillità e permetterà di lavorare al meglio nei prossimi giorni in vista della trasferta a Milano contro i rossoneri dopo la sosta.

E allora grazie Felipe, grazie al leone perticone Perica, grazie alla grande curva nord……ma soprattutto, grazie Oreste !!!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy