Non c’è due senza tre ?

Non c’è due senza tre ?

L’Udinese contro il Milan non può fare la figurante, serve la prestazione per uscire indenne e prende almeno tre punti nelle ultime tre gare

Commenta per primo!

L’Udinese si appresta ad affrontare la difficile trasferta di Milano ben conscia che dovrà incontrare un Milan nel suo momento migliore, probabilmente dell’intera stagione.
A parte la sconfitta interna per uno a zero con il Bologna il sei gennaio alla ripresa del campionato, ha inanellato cinque risultati utili consecutivi, conditi da due pareggi e tre vittorie, una striscia positiva che vorrà allungare battendo proprio l’Udinese domenica pomeriggio a San Siro.
Ma i bianconeri non possono permettersi di presentarsi al cospetto dei rossoneri come semplici figuranti, anzi, dovranno ripartire dal primo tempo visto ad Empoli, cercando questa volta di rimanere in partita per tutti i novanta minuti, lacuna questa, già vista in molte occasioni quest’anno, quando la formazione di Colantuono ha regalato sempre almeno un tempo all’avversario di turno.
I nuovi arrivati sembrano aver dato nuovi impulsi e nuovi stimoli, nonché nuove soluzioni al mister, sia per quel che riguarda il centrocampo che l’attacco.
L’importante ora, nonostante le tre gare in pochi giorni, è non esagerare con le modifiche e con i cambi in corso di gara, per non creare troppa confusione.
Con il senno di poi, la sostituzione di Fernandes ad Empoli è stata deleteria, come quella di Matos, ed entrambi, per quanto visto, meriterebbero la riconferma dal primo minuto contro il Milan.
Invece sembra ci possa essere una nuova rivoluzione in vista, facendo pensare che il mister per questa occasione sia propenso a schierare qualche chilo e qualche centimetro in più in mezzo al campo.
Se la speranza di un’imprevedibile colpaccio è insita in ogni tifoso bianconero, anche solamente uscire indenni dal Meazza sarebbe un risultato da accogliere positivamente, il terzo dopo Lazio ed Empoli, in attesa del fondamentale scontro diretto contro il Bologna nella prossima sfida al Friuli.
Non c’è due senza tre ?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy