Scuffet? Titolare e fascia da capitano

Scuffet? Titolare e fascia da capitano

Merita di diritto di riprendersi il posto da titolare dopo l’esclusione subita a Roma, ma non solo.

di Paolo Minotti

Era l’ultima partita casalinga della stagione dello scorso campionato, quella ricordata più per le mani di Danilo sul collo di Muriel che per altro, ma quell’Udinese-Sampdoria è stata probabilmente decisiva per scegliere a chi affidare il ruolo di portiere titolare nella stagione appena cominciata.

Con Karnezis out, in porta c’era proprio Scuffet, che nel primo tempo, con l’Udinese in vantaggio per uno a zero, si esibì in una parata straordinaria su un tiro pericolosissimo di Schick, proprio sotto la curva nord, mandandola in visibilio. Un solo coro si alzò : “è Simone Scuffet”.

I tifosi da quel momento gli avevano di fatto già consegnato le chiavi della porta bianconera, perché in lui oltre a vedere una garanzia per il futuro e l’unica alternativa al portiere greco, lo consideravano come possibile bandiera della nuova Udinese.

L’inizio di campionato non è stato dei migliori per Simone, così come per tutta la squadra, ma negare all’improvviso che questo ragazzo abbia delle qualità è fuori luogo.

Merita di diritto di riprendersi il posto da titolare dopo l’esclusione subita a Roma, ma non solo.

Con Danilo fuori per infortunio e un Angella non proprio a suo agio, l’unico meritevole di portare la fascia da capitano è proprio Simone Scuffet. In una squadra dove tutti si sentono di passaggio, dove non ci sono punti di riferimento, per il portiere friulano sarebbe una promozione importante, sia a livello caratteriale, sia di responsabilità, che di crescita. Ma soprattutto di fiducia.

Tutto dipenderà da Delneri, che non ha ancora sciolto i dubbi su chi schierare in porta sabato pomeriggio contro la Sampdoria. Bizarri o Scuffet ? Scuffet. Titolare e fascia da capitano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy