Udinese: adesso è vitale fare punti

Udinese: adesso è vitale fare punti

Commenta per primo!

Raramente si è visto in un ambiente tanto entusiasmo per una sconfitta, entusiasmo in parte giustificato dalla prestazione della squadra che ha affrontato la Juventus con coraggio e grinta, seppur con tutti i suoi limiti sia in fase difensiva che in fase offensiva. Il difficile però deve ancora arrivare.

Fatto sta che nonostante la scossa data da Del Neri e forse anche dai tifosi l’Udinese si trova in una posizione di classifica preoccupante che potrebbe persino peggiorare a seconda del risultato che otterà il Palermo questa sera contro il Torino. In caso di vittoria dei rosanero i friulani finirebbero al terzultimo posto in classifica, in piena zona retrocessione.

Forse è presto per dirlo, ma le speranze dei friulani di rimanere nella massima serie dipendono in buona parte dai risultati delle prossime due partite, prima in casa e poi in trasferta, rispettivamente contro il Pescara e lo stesso Palermo, due dirette avversarie per la salvezza. L’Udinese per non sprofondare e tentare di tirarsi un po’ su dovrà ottenere il massimo possibile in queste due sfide, altrimenti rischia di perdere terreno e rimanere irrimediabilmente invischiata nella parte bassa della classifica.

Se c’è una cosa a cui la squadra negli ultimi anni ci ha abituato questa è la discontinuità. Normalmente si potrebbe pensare che la grinta e la buona prestazione viste a Torino contro la Juventus lascino ben sperare, che la squadra stia crescendo e che i giocatori abbiano guadagnato fiducia, ma ormai siamo abituati a ben altro. Quando sembra che le cose stiano migliorando ecco che si ripiomba puntualmente nell’oscurità. Speriamo che questa volta sia diverso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy