Udinese alla prova del panettone

Udinese alla prova del panettone

Udinese alla prova Atalanta, anzi alla prova del dopo panettone…

Commenta per primo!

Alla ripresa del campionato, dopo la sosta natalizia, è un classico chiedersi come siano le condizioni di forma dei giocatori perché lo spauracchio per eccellenza si chiama panettone.

Se la squadra perde è colpa delle feste, dei troppi bagordi e delle abbuffate ai vari pranzi o cene, vere o false che siano, e la partita che si disputa nel giorno della befana sembra proprio avere il compito di testare tutto questo.

Fortunatamente, dalle notizie che sono arrivate, tutti sembrano aver rispettato le consegne ricevute, ovvero controllarsi a tavola e mantenere il proprio fisico in forma con esercitazioni personalizzate, sia per chi è rimasto a Udine sia per chi è volato a casa o in vacanza.

Contro l’Atalanta quindi, non dovremmo avere brutte sorprese sotto questo punto di vista, anzi, le festività in alcuni momenti sono state un’occasione per cementare il gruppo e la speranza è di vederlo riversato in campo contro i nerazzurri di Bergamo.

Di certo la sosta ha interrotto quello che sembrava essere un buon momento per l’Udinese dopo la vittoria a Torino contro i granata, ma l’occasione di poter giocare in casa la prima partita dell’anno nuovo, va sfruttata nel migliore dei modi, seppur quella che arriverà al Friuli sarà una formazione da prendere con le molle.

Quella di Reja è una squadra che ha saputo ottenere vittorie importanti abbinate ad ottime prestazioni sul piano del gioco, cadendo però anche in sconfitte impreviste, e l’ultimo periodo è stato altalenante sotto il profilo dei risultati, due vittorie consecutive con Roma e Palermo e due sconfitte con Chievo e Napoli.

Ma essendo quella del primo appuntamento dell’anno un’incognita, è sempre meglio fare molta attenzione ai vari Gomez, Denis, De Roon e Cigarini, Monachello compreso, autore del temporaneo 1-1 nella sfida di Coppa Italia sempre al Friuli, che vide Totò di Natale in formato super star.

Per ottenere lo stesso risultato bisognerà dimostrare di avere tanta fame, perché con la pancia piena non sarà possibile, e solo allora, la prova del panettone sarà superata.

Paolo ‘Il Mino’ @MondoUdinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy