Un punt is megl che niente

Un punt is megl che niente

Nel calcio, come diceva Boskov si può vincere, perde, ma anche pareggiare: e un punti a Empoli per l’Udinese non sarebbe affatto da buttare. Di certo in casa bianconera ci sono ancora tante cose da sistemare

Commenta per primo!

Dalla partita scorbutica con la Lazio ripartiamo dal punto che ha interrotto la serie negativa di tre sconfitte consecutive ma anche da una situazione psicologica tutta da valutare.
Il nervosismo e l’aggressività evidenziata contro la Lazio è costata la squalifica a Danilo e Wague per la trasferta ad Empoli e poteva andare peggio anche a Thereau e qualcun altro.
Un atteggiamento al limite richiesto proprio da Colantuono, come affermato dallo stesso attaccante francese a fine gara, andato un po’ oltre a causa delle tensioni per le ultime prestazioni deludenti, da un ritiro che non sembra aver dato la tranquillità che si ricercava e dal fatto che si giocava in casa e quindi bisognava far valere il fattore campo.
Dal punto di vista caratteriale la squadra ha dato una risposta positiva, ed era quello che si voleva, non è riuscita a prendersi i tre punti, ma le attenuanti ci sono tutte.


Ora ad Empoli bisogna andare con la stessa determinazione, ma evitando di gettarla in rissa come contro i laziali. I toscani arrivano da una cocente manita subita dal Napoli al San Paolo e vorranno rifarsi subito proprio contro i bianconeri, impostando la partita fin dai primi minuti come prediligono, con la manovra del gioco, gli inserimenti dei centrocampisti e cercando le giocate di Saponara, giocatore che sa posizionarsi bene tra linee e diventare pericoloso.

Ma dovranno anche fare a meno di Buchel squalificato, Livaja e Costa squalificati e la giovane promessa Barba ceduto allo Stoccarda.
Dal canto suo l’Udinese modificherà sicuramente ancora qualcosa, in difesa come già detto per le assenze dei due giocatori squalificati, ma anche in mezzo al campo potrebbero esserci dei cambiamenti, mentre in attacco si dovrebbe rivedere la coppia ZapataThereau, con il colombiano chiamato a dare la svolta dopo la prova sottotono contro la Lazio.
Una vittoria permetterebbe una grossa boccata d’ossigeno, un bel passo in avanti in classifica e una bella carica morale.
Una nuova sconfitta sarebbe assolutamente deleteria, in vista anche della seconda trasferta  consecutiva con il Milan.
Un pareggio sarebbe ben accetto, permetterebbe di muovere la classifica e dare continuità.
Un punt is megl che niente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy