Il Pordenone incanta. Pederzoli: Si può arrivare in alto

Il Pordenone incanta. Pederzoli: Si può arrivare in alto

Il Pordenone, anche se non ha vinto, ha dato spettacolo: col Sudtirol come con tutte le avversarie fin qui incontrate. Il minimo comune denominatore dei neroverdi è il gioco. Il 4-2-3-1 e suo varianti imposto da Bruno Tedino mette nelle condizioni migliori tutti i giocatori, fa esprimere al meglio ogni singolo elemento.

E Alex Pederzoli è la gemma di questa squadra:  «E’ una squadra che può arrivare in alto, forse quanto il “mio” Alto Adige di due anni fa», assicura il centrocampista a Il messaggero Veneto. «Nel calcio ci si lascia influenzare molto dai risultati – afferma –: è chiaro che, vedendo l’epilogo della gara col Suedtirol, simile alle precedenti, una possa avere dei pensieri negativi. Ma non va assolutamente fatto: in questo momento siamo in credito, la classifica è ingenerosa nei nostri confronti, ma forse è meglio così. Abbiamo delle certezze, sotto tutti i punti di vista: ci torneranno utili in futuro. Nel processo di crescita della squadra – continua – credo sia meglio un pareggio del genere, che una vittoria “rubacchiata”. Continuiamo a fare prestazioni, non è poco. Andando avanti così arriverà anche la fortuna».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy