La Triestina ora rischia di perdere il Rocco

La Triestina ora rischia di perdere il Rocco

I guai in casa Triestina non mancano mai. Come riporta ‘Il Piccolo’, infatti, ora scoppia anche la grana stadio, con la squadra che potrebbe essere ‘sfrattata’.
Come riporta il quotidiano si tratta di una questione di debiti, ancora una volta: il Comune, nonostante i ripetuti avvisi, non ha ricevuto da parte della società la fideiussione a copertura degli affitti per l’utilizzo dello stadio.I l verdetto definitivo arriverà al massimo tra una settimana.

Intanto cli uffici dell’assessorato allo Sport stanno predisponendo una delibera che autorizzerebbe la procedura di revoca del contratto. «Abbiamo esaminato in giunta il documento in preparazione – spiega l’assessore Edi Kraus – per il momento sono in corso verifiche, perché il vicesegretario del Comune ha chiesto un parere all’avvocatura in modo da capire con precisione se le infrazioni, cioè il non rispetto del disciplinare (il contratto, ndr), ne determinano il ritiro. Sulla mancata fideiussione a garanzia dei pagamenti per l’utilizzo dello stadio ci esprimeremo dunque tra una settimana. Naturalmente – puntualizza Kraus – auspichiamo che la squadra possa andare avanti a usare l’impianto e che tutto si risolva. Non vorremmo si arrivasse alla revoca perché ciò significherebbe togliere all’Unione Triestina 2012 la possibilità di giocare al Rocco».

Intanto sul campo tutto troppo facile per il Venezia. La compagina di Favaretto fa di un sol boccone dell’Unione Triestina, battendola sul neutro di Monfalcone per 5-2 e passando il turno di Coppa Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy