Monfalcone ancora a bocca asciutta

Monfalcone ancora a bocca asciutta

Commenta per primo!

Prosegue il mal di trasferta dell’Unione Fincantieri Monfalcone: dopo i passi falsi di Verona, sponda Virtus Vecomp, e di Montebelluna, il team del Presidentissimo Brugnolo (delusissimo a fine match per la prova opaca dei suoi) è costretto ad alzare bandiera bianca anche a San Martino di Lupari. Il risultato maturato sul campo (1 a 0 per la Luparense) và forse un po’ stretto ai locali, padroni del campo per gran parte della contesa al contrario di un’Unione ancora una volta abulica ed incapace di reagire allo svantaggio patito dopo soli 15 minuti dal fischio d’inizio, anche se i cantierini possono recriminare per un penalty non concesso per atterramento di Bertoni a venti minuti dal termine apparso nettissimo dalla tribuna. La cronaca: schierati con un prudente modulo 4-4-2, al 2′ i cantierini si portano al tiro con De Gregorio, ben servito da Godeas, la cui botta è neutralizzata in due tempi dal numero uno patavino Murano. Al 10′ iniziativa di Bezzo sul versante destro, pennellata al centro per la testa di Godeas che impatta male mandando il pallone ampiamente a lato. Al primo vero affondo i padroni di casa sbloccano il risultato: Giglio dalla bandierina scodella un preciso spiovente raccolto a centro area di testa da Brotto che indisturbato infila Contento all’angolino. La reazione degli ospiti è impalpabile così è ancora la Luparense a creare le azioni più pericolose della prima frazione. Al 21′ assist di Beccaro per Brotto che da posizione defilata di sinistro calcia sul fondo; poco dopo, al 25′, azione manovrata finalizzata da Brotto il quale da centro area calcia in porta chiamando l’ottimo Contento alla smanacciata volante in angolo. Brotto ci riprova al 33′ con una conclusione imprecisa susseguente ad un corner, mentre l’ultima annotazione della prima frazione riguarda una bella iniziativa bisiaca costruita da De Gregorio conclusa con un cross a centro area per Rodic anticipato di testa da un difensore. Cambio ad inizio ripresa con Fross che subentra a De Gregorio, mossa decisa dal tecnico biancazzurro per permettere a Miraglia di salire a centrocampo. Il pallino del gioco tuttavia rimane nei piedi dei locali, i quali potrebbero giungere al raddoppio dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa con un rasoterra velenoso di Beccaro deviato miracolosamente in angolo da Contento. L’Unione risponde due minuti più tardi con un timido tentativo di Miraglia brancato in presa da Murano, poi ancora Luparense al 64′ con una botta di Nichele che sorvola la traversa. Al 70′ ecco l’episodio contestato dagli Azzurri: Bertoni in piena area supera in velocità un difensore venendo da questi arpionato da tergo, il direttore di gara non solo non ravvisa gli estremi per la concessione della massima punizione ma beffardamente ammonisce il numero 20 monfalconese (subentrato poco prima ad un impalpabile Rodić) per simulazione. Al 75′ un pericoloso contropiede padovano viene interrotto da Pratolino; nel finale da segnalare l’ultimo cambio in casa cantierina con l’ingresso di Loperfido per Kozmann (85′) ed un fendente allo scadere di Bezzo che sfiora il montante.

Ufm Monfalcone

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy