Pordenone: Tedino usa il pugno contro la Cremonese

Pordenone: Tedino usa il pugno contro la Cremonese

Il Pordenone con la Cremonese per il primo vero test contro una cosiddetta grande. Bruno Tedino usa una metafora per evidenziare quello che aspetta i Ramarri: «Se usi un dito  difficilmente riuscirai a far male, ma se stringi le cinque dita in un pugno puoi stendere anche l’avversario più pericoloso. Un dito è la squadra, uno è lo staff tecnico, uno la società, uno i media e uno, forse il più importante, è il popolo neroverde. I primi 5 turni sono andati meglio del previsto. Se le 5 dita sapranno stringersi e lavorare bene, potremo anche ambire a qualcosa di più». Insomma c’è poco altro da aggiungere.
«Nelle prime 5 partite abbiamo affrontato avversarie abbordabili, ma non per questo meno pericolose. I ragazzi le hanno sfidate con la giusta mentalità e maturità, senza distrazioni. Ora la Cremonese è squadra ben disposta, difficile da superare per vie interne. Bisogna aggirarla e aggredirla con fraseggi veloci».
Per arrivare a farlo Tedino confermerà il 4-3-3 e gli uomini che hanno asfaltato la Pro Patria. Appuntamento alle 17:30 al Bottecchia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy