Spal, una motivazione da 6,3 milioni di euro

Spal, una motivazione da 6,3 milioni di euro

I proventi dei diritti tv della Serie A sono distribuiti per il 15% (circa 162 milioni di euro) in base al piazzamento in classifica. Alla squadra che si aggiudica il decimo posto la Lega Serie A distribuirà 6,3 milioni di euro

di Redazione

I proventi dei diritti tv della Serie A  – così come riporta La Gazzetta dello Sport – sono distribuiti per il 15% (circa 162 milioni di euro) in base al piazzamento in classifica, con una lieve incidenza dei punti conquistati.

Ci sono cinque squadre in lotta per i posti dal 10° al 14°: Sassuolo, Spal, Cagliari, Bologna e Fiorentina, con Parma e Udinese che seguono, sicuramente più interessate alla salvezza ma non ancora virtualmente fuori dai giochi. Le prime tre (Sassuolo, Spal e Cagliari) hanno 42 punti, le altre due (Bologna e Fiorentina) 40.

Alla squadra che si aggiudica il 10° posto la Lega Serie A distribuirà 6,3 milioni di euro, 5,5 milioni per l’11°, 5 milioni per il 12°, 4,6 milioni per il 13°, 4,1 milioni per il 14°, più i bonus promessi dalle società ai giocatori sulla base del piazzamento raggiunto.

La Spal e il Cagliari, prossime avversarie dell’Udinese, attualmente occupano l’11° e 12° posto, con 2,2 milioni che ballano tra il decimo e il quattordicesimo piazzamento. Magari quella economica non è una motivazione nobile quanto l’attaccamento alla maglia, ma è sicuramente un fattore di cui l’Udinese dovrà assolutamente tener conto per poter chiudere il campionato con la salvezza in tasca.

 

FONTE calcioefinanza.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy