Ancora Scuffet: “Da una chiacchierata in friulano con il mister in Austria…”

Ancora Scuffet: “Da una chiacchierata in friulano con il mister in Austria…”

Oggi è la Gazzetta dello Sport a dare spazio al nostro portierone

Commenta per primo!

La Gazzetta dello sport dedica una pagina al numero uno bianconero, anche se sulle spalle ha il 22 “l’ho sempre avuto questo numero e non lo mollo”, poi spiega come ha saputo che sarebbe stato il titolare “Ero tornato dall’europeo,io e il mister abbiamo fatto una chiacchierata in friulano, poco italiano”,  a livello tecnico dice che Delneri “vuole che il portiere partecipi all’azione e giochi con i piedi, di giocare alto facendo un passo più avanti” e anche se quello del portiere è un ruolo nel quale ci vuole freddezza dice “gioco da quando avevo sette anni, non bisogna avere paura di niente, come nella vita. Io non temo nulla anche se so di avere un compito molto impegnativo”. Poi capitolo portieri, su Meret “siamo amici da bambini, come con Pontisso e Perisan. La rivalità tra me e lui l’avete creata voi. Anche Alex ha lavorato tanto per arrivare dov’è e alla seconda giornata, per la prima volta, giocheremo contro.Sarà una bella sensazione ma io devo pensare a me stesso. Spero di essere nel gruppo di Di Biagio ai prossimi europei che si disputeranno in Italia e la finale a Udine”; su Karnezis “è un grande portiere, merita una big”. Infine gli si chiede maggiore responsabilità e parlare da leader “sarà un’Udinese consapevole di ripartire dalle certezze della scorsa stagione e di avere un mister che le ha dato un’anima. Anche i nuovi arrivati sono molto motivati. A me piace”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy