La Famiglia del Pallone: il ringraziamento delle case famiglia

La Famiglia del Pallone: il ringraziamento delle case famiglia

Commenta per primo!

L’esperienza che i bambini della case famiglia italiane hanno vissuto partecipando ai City Camp di Udinese Calcio, grazie a LA FAMIGLIA DEL PALLONE, l’iniziativa ideata da Magda Pozzo, Simona Ventura e Umberta Gnutti Beretta, è stata vissuta con grande entusiasmo.La Caf Onlus, associazione che si occupa di accoglienza di minori, ha inserito nella sua newsletter il racconto di una delle educatrici partecipanti alle settimane di calcio che si sono svolte dal 15 al 27 giugno sui campi del centro sportivo Dino Bruseschi, con gli interventi extra-calcio del prof. Claudio Noacco, per una conferenza su alimentazione e sport, e Laurent Ottoz, consigliere nazionale della FIDAL che ha parlato ai ragazzi dell’importanza del Fair Play e dello sport pulito, lontano dal doping.

Ecco il testo della Newsletter del Caf.

Un’esperienza indimenticabile. Grazie Udinese Calcio!

Dal 15 al 20 giugno l’Udinese Calcio ha organizzato uno speciale Campus estivo per dare la possibilità a ragazzi ospitati presso strutture di accoglienza per minori, sparse sul territorio italiano, di avvicinarsi al mondo del calcio. La società calcistica ha voluto mettere a disposizione dei ragazzi i propri professionisti e le proprie strutture per un progetto di inclusione sociale basato sulla pratica sportiva, sulla sana alimentazione e su un corretto stile di vita.

Alcuni dei nostri bambini e alcuni dei nostri ragazzi sono stati tra i fortunati beneficiari di questa originale iniziativa, che ben si integra nella filosofia della nostra Associazione che da tempo sposa progetti che sappiano coniugare sport e solidarietà.

Di seguito la breve testimonianza di una delle educatrici che hanno accompagnato i nostri ragazzi in questa bella avventura udinese.

La mattina si recavano sui campi di calcio dell’Udinese e lì trascorrevano tutta la giornata, seguiti da numerosi allenatori competenti e disponibili. Hanno avuto modo di instaurare nuove amicizie e di mettersi quotidianamente alla prova attraverso nuovi esercizi e piccole partite. La sera quando ci si ritrovava in hotel per cenare, traspariva dai loro occhi e dai loro racconti l’entusiasmo della giornata trascorsa e di ciò che di nuovo avevano imparato. Inoltre vi era un bel clima di aggregazione, che con il trascorrere dei giorni è cresciuto sempre più. L’ultimo giorno tutti i ragazzi sono stati premiati e hanno avuto modo di dimostrare ciò che avevano appreso durante la settimana. Inoltre l’organizzazione precisa e la disponibilità di tutti l’hanno resa un’esperienza davvero indimenticabile!

                                                                                                                                      Chantal

Udinese.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy