La Famiglia del Pallone, Ottoz: “Un’esperienza magica”

La Famiglia del Pallone, Ottoz: “Un’esperienza magica”

Una giornata indimenticabile oggi a Udine per 150 partecipanti ai City Camp dell’Udinese Calcio e ancor di piu’ per i bambini delle case famiglia ospitati gratuitamente grazie all’iniziativa LA FAMIGLIA DEL PALLONE, promossa da un’idea di Magda Pozzo, Simona Ventura e Umberta Gnutti Beretta e supportata con convinzione dalla Lega Serie A, che l’ha inserita nel contesto de IL CALCIO E’ DI CHI LO AMA.

Oggi era il giorno dell’atteso incontro con un grande ex atleta italiano, Lourent Ottoz, primatista mondiale dei 200 ostacoli e attuale consigliere nazionale della Fidal, la federazione di atletica leggera.

Prima della conferenza sul Fair Play in Auditorium, Ottoz ha voluto incontrare i ragazzi sui campi del Centro Sportivo Dino Bruseschi: “Ho cercato di trasferire con qualche esercizio l’esperienza dell’atletica a questi ragazzi“, ha dichiarato soddisfatto al termine della sessione mattutina di allenamento. “Lo sport italiano – ha poi commentato – deve dare una enfasi maggiore a iniziative come LA FAMIGLIA DEL PALLONE. Si fa vivere ai ragazzi una esperienza magica: lo sport di per se’ è entusiasmante, divertente, piacevole e gratificante, insegna valori e fa crescere. Praticarlo in una realtà come quella dell’Udinese è un valore aggiunto. Un ringraziamento va rivolto alle tre promotrici di questo progetto e alla Lega Serie A, senza le quali non si sarebbe realizzato“.

Nel pomeriggio, durante la pausa tra una sessione e l’altra all’aperto, i bambini sono stati riuniti nell’Auditorium della Club House per ascoltare Ottoz parlare di Fair Play: “Un tema molto caro all’Udinese così come a me”, ha detto Ottoz ai microfoni di Udinese Channel. “Sono stato ambasciatore per la federazione europea per una campagna di sensibilizzazione nei confronti dei giovani verso la piaga del doping che non e’ solo sportiva ma anche sociale. Sono soddisfatto dell’esperienza che ho vissuto oggi. A Udine – ha concluso Ottoz – ho trovato un ambiente piacevolissimo, bello e ospitale e soprattutto strutture che dal mio punto di vista fanno invidia a molti”.

Presenti oggi al Brusechi e in Auditorium Magda Pozzo e Umberta Gnutti Beretta che insieme a Simona Ventura hanno dato la spinta al progetto. Entrambe hanno seguito la giornata di Camp e commentato l’esperienza ai microfoni del canale televisivo dell’Udinese.

Vedere questi bambini che hanno avuto la possibilita’ di avvicinarsi al mondo dello sport e sapere che la nostra società insieme alla Lega di Serie A abbia contribuito alla loro felicità ci rende molto soddisfatti – e’ il commento di Magda Pozzo -. Fare del bene quando si ha la possibilita’ di farlo credo sia un dovere. Mi auguro che tutte le societa’ possano in futuro usufruire del sostegno del mondo del calcio per attuare iniziative solidali come LA FAMIGLIA DEL PALLONE. L’idea e’ nata grazie a Simona Ventura che ci ha fatto conoscere il mondo delle case famiglia. Questa di Udine e’ la prima esperienza ma contiamo di ripetere l’iniziativa in altre citta’”.

L’Udinese ha messo a disposizione di questo progetto delle strutture bellissime – ha sottlineato Umberta Gnutti Beretta -. Vedo i ragazzi felici e stiamo raccogliendo commenti molto positivi. Ringrazio l’Udinese e la Lega Serie A che hanno reso possibile tutto questo. A volte e’ difficile rendere concrete le idee, che pure ci sono. Invece con la buona volonta’ e l’appoggio dell’Udinese e della Lega ce l’abbiamo fatta. La motivazione sociale ha dato una forte spinta perche’ ha toccato il cuore di tutti noi che ne siamo coinvolti“.

La prima settimana di City Camp si chiudera’ domani (sabato) con la festa di fine corso in cui i bambini faranno vedere cosa hanno appreso dai qualificati istruttori dell’Udinese Calcio. Da lunedi’ il via alla seconda e ultima settimana. Poi sara’ il turno del Campus a Kranjska Gora in Slovenia.
(udinese.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy