Udinese in lutto per la scomparsa del ct Azeglio Vicini

Udinese in lutto per la scomparsa del ct Azeglio Vicini

Il tecnico romagnolo avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 20 marzo. Ha guidato l’Udinese nelle prime gare della stagione 1993-1994

di Redazione
Calcio italiano in lutto per la scomparsa di Azeglio Vicini. Il tecnico romagnolo, originario di Cesena, avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 20 marzo. Il suo nome è legato ai Mondiali di Italia ’90, ma nel suo curriculum c’è anche un’esperienza in terra friulana. Ecco come l’Udinese ha reso omaggio al suo ex tecnico.

Udinese Calciosi legge sul sito ufficiale del club bianconero – esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Azeglio Vicini. La figura di Azeglio Vicini è strettamente legata alla Nazionale Italiana di calcio, che ha allenato dal 1986, succedendo ad Enzo Bearzot, al 1991, lasciando poi il posto ad Arrigo Sacchi, dopo 54 presenze sulla panchina azzurra. Unico suo rimpianto la sconfitta ai mondiali del 1990, che ricorda con queste parole: “Avremmo meritato di vincerlo, siamo stati sfortunati. Non perdemmo mai sul campo”. Inizia la sua carriera come mediano militando nel Vicenza (1953-1956), per poi passare alla Sampdoria fino al 1963. Prima di intraprendere la carriera da allenatore indossa per tre stagioni la maglia del Brescia ed abbandona il calcio giocato nel 1966. Siede sulla panchina dell’Udinese per le prime sei partite della stagione 1993-1994 per poi essere sostituito dal suo secondo dell’epoca, Fedeli. Lo si ricorda a Udine per la sua simpatia e la sua grande umanità. Alla sua famiglia e ai suoi cari le più sentite condoglianze“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy