Zielinski scherza, ma non troppo: Chissà quanto costerò dopo l’Europeo!

Zielinski scherza, ma non troppo: Chissà quanto costerò dopo l’Europeo!

Il futuro di Zielinski a giugno sarà Udine, ma solo temporaneamente: il Napoli lo vuole fortemente, potrebbe diventare una pedina di scambio importante magari per arrivare a Gabbiadini. Intanto lui ci scherza su: “Sono costato 100mila euro all’Udinese, chissà quanto costerò dopo l’Europeo: dipende solo da me”

Commenta per primo!

Difficilmente a giugno l’Udinese tratterrà Piotr Zielinski. Come già raccontato l’idea dei Pozzo sarebbe quella di accondiscendere alla richiesta del Napoli, inserendo però nella trattativa magari anche Widmer. Il tutto per cercare di arrivare a Gabbiadini, il sogno per il dopo Di Natale. «Sì, il mio futuro immediato si chiama Udine, ma qui a Empoli ho trovato un ambiente super. Mi piacerebbero Juve e Roma. E ovviamente mi fa piacere l’interesse del Napoli», le parole del polacco alla Gazzetta dello Sport, che comunque confermano che in testa c’è oramai una grande, con Sarri che lo riabbraccerebbe anche subito se potesse. «Gli dico grazie. Ero trequartista, da interno ho imparato molto sulla fase difensiva da Giampaolo. La presenza di Saponara poteva danneggiarmi, invece è la mia fortuna. Non sono vice di nessuno. Sono costato 100mila euro all’Udinese, chissà quanto costerò dopo l’Europeo: dipende solo da me».

E parlando del suo passato a  Udine ricorda che «forse ho pagato un infortunio durante l’estate. Però Guidolin mi ha fatto esordire in A e con lui vincemmo 8 gare di fila. Certo, anche tanta panchina…».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy