De Paul: All’Udinese sarebbe un ‘doppione’. Che si farà di lui?

De Paul: All’Udinese sarebbe un ‘doppione’. Che si farà di lui?

Interrogativi sul possibile arrivo di De Paul all’Udinese, dove il ruolo è incompatibile col 3-5-2 e dove ci sono altri con quelle caratteristiche. Andrà al Watford per compensare il prestito di Peñaranda?

Gino Pozzo avrebbe trovato l’accordo col Valencia per Rodrigo De Paul, argentino con passaporto comunitario classe 1994. Già cercato nel 2014 dall’Udinese, allora fu il club spagnolo a prevalere. Poi la carriera dell’attaccante si arenò: in Liga non è mai esploso tanto che l’anno scorso tirò per un breve periodo al Racing Avellenada.

Il ruolo di De Paul
Il ruolo di De Paul

Di ruolo fa il fantasista dietro le punte, ma sa giocare anche come attaccante esterno sinistro. Insomma sa fare quello che avrebbe dovuto fare Peñaranda al Watford. E nelle ultime ore sale il sospetto che più che per l’Udinese (come impiegarlo con l’attuale rosa?), l’acquisto sarebbe una compensazione per il prestito del venezuelano a Udine, per cui sarebbe preso dal club bianconero ma a sua volta prestato agli Hornets.

A Udine per quel ruolo ci sono Kone e Fernandes (cometrequartista), mentre come attaccante esterni ci sono Ewandro, Matos e lo stesso Peñaranda, senza contare che col 3-5-2 di punte larghe non ce n’è molto bisogno.

A meno che De Paul non venga ‘adattato’ come mezzala sinistra, dove per ora ci sono Fofana e Fernandes. Inoltre avendo caratteristiche decisamente offensive anche in quel ruolo De Paul a Udine non sarebbe ‘necessario’. Il giocatore quindi troverebbe posto solo grazie a  imminenti cessioni di spicco, oppure un radicale cambio tattico: con un 4-3-3 o con un 3-4-1-2 sarebbe ovviamente adatto, ma in quel caso in mezzo dovrebbero cambiare molte cose.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy