Pepe: Udinese? Mi sto guardando attorno…

Pepe: Udinese? Mi sto guardando attorno…

Simone Pepe saluta la Juve e attende il sì dell’Udinese per vestire ancora (e sempre) il bianconero. Oramai siamo ai dettagli, o meglio c’è l’intenzione di ingaggiarlo, ma il club friulano prima di concludere deve prima sfoltire la rosa.
Questione di giorni, forse già in ritiro potrebbe essere presente a meno di ripensamenti dell’ultimo minuto.

«Svuotare l’armadietto di Vinovo è stata una tristezza incredibile: al di là dell’infortunio, alla Juventus ho trascorso cinque anni fantastici in una società incredibile. Nel cellulare riguardo spesso i video dell’inaugurazione dello Stadium, quelli del mio gol al Parma e degli scudetti. Ho dato il cuore, l’anima e… pure una gamba. Il popolo bianconero l’ha capito e infatti mi ha sempre osannato e riempito d’affetto», ha intanto affermato a Tuttosport. «Con i tifosi manterrò un feeling incredibile per sempre. Calcisticamente ho tre case: Teramo, Udinese e Juventus. Nulla, però, può ripagarmi della finale persa. A Berlino, a fine partita, ho detto ai miei compagni: “Ragazzi, adesso è brutta, ma domattina sarà peggio”. Non mi sono sbagliato: quel giorno sono andato a letto alle 6 e mi sono svegliato alle 6.45. Non riuscivo a dormire. Non ero l’unico, però: mi sono collegato alla chat di Wattsapp che condivido con alcuni compagni ed erano tutti collegati. L’amarezza per essere arrivati a un passo dalla Champions era troppo grande».

Ora il futuro, con tevez che ha provato a portarlo al Boca: «In realtà sono stato io a propormi. Gli ho detto: “Carlos, portami con te”. Ovviamente era uno scherzo, uno dei tanti… (risata). Vorrei restare a giocare in Italia. Udinese? Mi sto guardando intorno». In realtà si è già guardato attorno e si è proposto all’Udinese, che non ha detto no. Anzi…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy