Soldati: Allan? Non svendiamo i nostri gioielli!

Soldati: Allan? Non svendiamo i nostri gioielli!

Franco Soldati, presidente dell’Udinese, è intervenuto a Radio Kiss Kiss per fare il punto sulla trattativa Allan-Napoli: “Per ora Allan è ancora un nostro giocatore. La sua cessione non dipende solo da noi ma anche dal Napoli, il suo valore è importante. Non svendiamo i nostri gioielli, preferiamo farli crescere con noi ancora un anno, non è qualche milione di euro a fare la differenza. Pozzo è il nostro stratega di mercato, difficilmente ha fatto mercato con contropartite. Non lo so quando ci sarà un incontro col Napoli, se ci sarà lo si farà a breve”.
Il discorso punta poi sulle valutazioni che si danno oggigiorno ai calciatori: “Quando sento cifre come 100 milioni penso che ci sia qualcosa di strano. Un buon affare lo ha fatto la Roma con Benatia che poi lo ha rivenduto al Bayern per 35 milioni. Con questa crisi 100 milioni non è una cifra molto etica, la Juventus se incassasse questa cifra potrebbe rifarsi una squadra”.

In ambito Allan, intanto si registrano anche le parole del procuratore di Zapata (dato come possibile  contropartita): “Il Torino ha mostrato interesse nei confronti di Duvan e questo ci onora. Non è l’unico club che apprezza il ragazzo, ma i granata hanno fatto delle valutazioni, si sono informati e rimangono attenti. E Torino è certamente una piazza importante, di grande tradizione, ma è chiaro che ora il Napoli ha la priorità”, ha dichiarato a Tuttosport.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy