Udinese è sempre la ‘cara bottega’

Udinese è sempre la ‘cara bottega’

Prima vendere, poi acquistare: la regola del mercato non cambia. Ma in casa Udinese i prezzi per molti giocatori rimangono rilevanti, ma l’interesse delle pretendenti non è così forte

Non è facile per l’Udinese fare mercato. La vecchia ‘bottega cara‘ che attirava un po’ tutti ha perso n po’ di brillantezza: colpa della concorrenza, ma colpa anche di due stagioni che hanno creato poche vere stelle da esibire. Tanto che i due nomi più gettonati in questo momento sono due prestiti come Verre e Zielinski. Una situazione che blocca anche le entrate. Prima vendere, poi acquistare, la regola non può cambiare.

Abbiamo citato Verre e Zielinski. Il primo piace molto a Fiorentina e Napoli (che lo vorrebbe per poi lasciarlo in prestito a Pescara). Il secondo è la telenovela del momento, con il Napoli che si è visto dire ‘no grazie’ dal polacco, dopo che il club partenopeo aveva concordato già tutto con Pozzo (13 milioni più Zuniga per il Watford). L’Udinese non fa sconti e al Liverpool quindi chiede almeno 16 milioni, cifra che è alta per le case dei Reds, che però hanno un accordo di massima col giocatore. Un bel grattacapo.

Sempre il Napoli di mezzo quando si parla di Widmer, uno dei pochi ad essersi confermato l’ultima stagione. La situazione è però in stand by, visto che gli obiettivi di Sarri sarebbero altri al momento (Vrsaljiko, che però avrebbe rifiutato anch’egli la destinazione). Sullo svizzero anche Roma e Juve, ma anche qui si temporeggia visto che gli 8 milioni chiesti sono considerati tanti.

Alto giocatore costoso che è sul mercato è Danilo: 4 milioni la richiesta. La Lazio lo osserva da tempo, ma non si muove anche perché non sa nemmeno chi la allenerà. Anche la Fiorentina reputa alto il prezzo, magari tratta solo se si inserisce Fernandes nella trattativa. Ma per il portoghese ci sono di mezzo le Olimpiadi, per cui chi lo vuole attende l’ultima settimana di mercato.

Armero poi difficilmente avrà richieste, mentre Badu è anch’egli valutato molto, circa 7 milioni: il ghanese si è dato tre settimane per valutare le offerte, ma serve anche trovare chi darà i soldi all’Udinese.

Insomma il mercato è bloccato anche perché non è più facile piazzare i propri giocatori: figli di stagioni a dir poco mediocri, ma comunque ancora con un prezzo elevato visti i tempi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy