Udinese: le ultimissime da ‘Radiomercato’

Udinese: le ultimissime da ‘Radiomercato’

Sistemata la questione tecnica, è oramai tempo solo di mercato per l’Udinese. Il 6 di luglio difficilmente, però, ci sarà la rosa definitiva a disposizione di Stefano Colatuono: il grosso delle operazioni avverrà proprio in quel mese, con alcune cessioni decise dopo aver visto all’opera i vari giocatori sul campo.

PORTIERI – Simone Scuffet, come da tempo anticipato, andrà a farsi le ossa altrove, probabilmente a Frosinone. Un anno fuori da titolare per tornare più forte e più esperto. Karnezis (che a breve prolungherà il contratto) sarà dunque il titolare, con Meret stabilmente in prima squadra, mentre c’è da valutare chi sarà il terzo portiere della rosa.
Da sistemare Brkic, che dovrebbe rimanere a Cagliari.

DIFENSORI – Giorni caldi per Samir: il Flamengo ha annunciato un paio di giocatori in entrata proprio per tenere calma la tifoseria, arrabbiata per l’imminente cessione del difensore incoronato da Thiago Silva e Zico come uno dei migliori in circolazione. La firma con l’Udinese è data per quasi fatta, ma finché non c’è è meglio non farsi prendere dai facili entusiasmi.
Heurtaux, contemporaneamente, è in uscita: il Lione soprattutto gli sta facendo una corte spietata, ma la richiesta di 10 milioni dei Pozzo è ritenuta un po’ elevata.
Praticamente concluso il riscatto di Piris che rimarrà a Udine, mentre Daniele Mori alla fine potrebbe rimanere ancora ad Ascoli. Con Domizzi e Wague,  e con Colantuono che giocherà probabilmente a quattro dietro, il reparto centrali sarebbe a posto con Samir.  Per i terzini Widmer rimarrà ancora un anno almeno, mentre rientrerà Edenilson dal prestito. Sulla sinistra oltre a Piris, dovrebbero rimanere sia Silva sia PasqualeBubnjic potrebbe, invece, finire all’Hajiduk Spalato.

CENTROCAMPO – L’ultimo nome uscito da ‘Radiomercato’ è quello del frotte trequartista olandese Chery: per adesso non ci sono conferme ufficiali, ma l’Udinese in questa fase sta lavorando molto sotto traccia per non far capire i reali obiettivi. Il giocatore del Groningen rispecchia però l’identikit che si sta profilando: esperto, costo basso, affidabile.
Piace molto anche l’argentino Romero, ma in questo caso è un’operazione molto più costosa. Cher costa 3 milioni, Romero più del doppio.
A Udine rimarranno Pinzi, Badu e forse il discusso Guilherme, che non ha molti estimatori in questo periodo. Certo il rientro di Valerio Verre per completare il reparto, mentre da Perugia fanno stare che vorrebbero tenere Faraoni.
Inutile dire che sul mercato c’è Allan, col Napoli in forte ripresa sulle concorrenti Juve e Inter. Mancherebbero solo alcuni dettagli per portare a termine l’operazione con i partenopei.

ATTACCO – La punta arriverà, ma è difficile oggi capire chi sarà: per adesso di certo c’è il rientro di Isaac Success, in questo periodo impegnato con la sua Nigeria nel Sub 20. Il nome ‘caldo’ che risuona in questi giorni è quello di Paloschi, che tra l’altro Colantuono avrebbe voluto anche all’Atalanta. Alternativa valida potrebbe essere Seferovic, mentre Niang sembra un sogno irraggiungibile ad oggi.
Rispunta, invece, Duvan Zapata che al Napoli non trova spazio e che potrebbe accettare Udine nell’ambito dell’operazione Allan.
Di Natale alla fine rimarrà, rientrerà Nico Lopez, confermato Thereau.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy