Udinese, prima le cessioni, poi gli acquisti

Udinese, prima le cessioni, poi gli acquisti

Prima di tentare di cambiare volto alla squadra bianconera, si deve vendere: Widmer, Danilo, Heurtaux, Piris, Badu, Fernandes, Armero i cedibili. Ma serve trovare un compratore

Le strategie di mercato dell’Udinese sono impostate sul necessario rinnovamento, ma ovviamente anche nel rispetto di quelle regole non scritte che determinano le operazioni. Prima fra tutte “prima vendere, poi acquistare“, salvo alcune eccezioni.

Per cui prima di capire chi arriverà, servirà capire chi partirà davvero. In porta l’intenzione è confermare Karnezis, ma è chiaro che dinanzi a un’offerta importante l’Udinese non lo tratterrebbe. Il Panathinaikos sembrerebbe una soluzione, ma i greci non hanno i 7 milioni chiesti, per cui oggi è solo una voce. In caso di partenza Scuffet appare il favorito alla successione, ma l’ascesa di Meret lascia presagire a un duello a distanza tutto friulano.

In difesa Danilo, Heurtaux e Piris sono nella lista cedibili: il brasiliano dopo tanti anni è arrivato alla frutta della sua avventura a Udine. I rapporti anche con l’ambiente non sono più solidissimi e l’Udinese non ha nulla in contrario nell’accontentarlo. Il costo è sui 4-5 milioni, Lazio e Fiorentina in Italia e Flamengo in Brasile tengono d’occhio la situazione.
Heurtaux piace alla Samp da tempo e a giugno se ne riparlerà, ma anche la solita Lazio guarda con interesse al difensore. Sia Samp, sia Lazio devono però prima capire chi sarà l’allenatore.
Piris potrebbe tornare in Sudamerica, ma per ora non ci sono offerte.
Una volta sistemate queste operazioni si guarderà agli arrivi: Samir è il primo della, lista essendo già dell’Udinese (anche se il cartellino appartiene al Granada appena ceduto). Non è da escludere un clamoroso ritorno di Angella (che però è bene ambientato in Premier, anche come ingaggi).

A centrocampo Widmer e Armero sono i primi nella lista partenti. Lo svizzero il gioiello di casa bianconera quest’anno, ha un valore di circa 8 milioni e la Juve da tempo ha mostrato interesse. Anche la Fiorentina e il Napoli guardano allo svizzero e nel caso di partenza, sempre dal Granada, ecco che appare logico l’annunciato arrivo di Foulquier.
A sinistra Armero è nel mirino dell’America Calì: c’è da risolvere la formula del trasferimento, dopo di che l’Udinese andrà a parlare con l’Inter per Biraghi. La squadra nerazzurra proverà a sondare anche il terreno per Scuffet.
Tornando alla mediana Badu piace ad almeno tre squadre di Premier (Stoke in testa): costa 6 milioni, ogni anno se ne parla, poi il ghanese rimane.
Fernandes non è proprio nella lista partenti, ma in caso di offerta suoi 6 milioni l’Udinese non si opporrebbe e il Porto è un’opzione. Se andassero in porto queste operazioni l’Udinese potrebbe bussare all’Atalanta per Cigarini.
Tutta ancora da verificare la posizione di Kuzmanovic, che al Basilea non vuole rientrare, ma il cui cartellino costa sui 5 milioni. In agguato il Panathinaikos di Strama.

In attacco, preso Hamdi, i Pozzo porteranno da Granada anche El Arabi: a questo punto il reparto non ha altre urgenze a livello numerico, anche se la famosa prima punta rimane una priorità, ma è legata a un eventuale addio a Zapata, ad oggi non proprio considerato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy