Udinese, un attacco con tanti dubbi

Udinese, un attacco con tanti dubbi

Paròn Pozzo aveva annunciato l’arrivo di una punta di valore, per ora oltre a El Arabi (incerta la sua permanenza) è arrivato solo Hamdi

L’immobilismo sul mercato da parte dell’Udinese sta preoccupando i tifosi. Nessuno si attendeva a metà giugno la nuova squadra bella e pronta, ma nemmeno una situazione di stand by continua. Paròn Pozzo, al di là della rivoluzione annunciata, aveva anche parlato chiaramente di una punta di valore in arrivo. Del resto l’addio di  Di Natale non può essere sottovalutato.

Per adesso in avanti ci sono Thereau, Zapata, Matos, Hamdi e l’annunciato El Arabi, con Rovini che dovrebbe rientrare e rimanere. Letto così potrebbe anche bastare, ma il mercato sta tracciando altre strade.

Thereau, che sembrava inamovibile, oggi pare poter essere ‘sacrificato’, per arrivare a Pinilla, uno scambio che apparirebbe incomprensibile visto che il cileno non è mai arrivato in doppia cifra, mentre il francese è l’unico che ha garantito questo traguardo in questi due anni.
In caso di partenza del francese si parla anche di Borriello, altra scelta che vista l’età lascerebbe perplessi.

Zapata da tempo è dato partente per Napoli, che lo dovrebbe richiamare pagando una penale all’Udinese. Per ora alle voci non sono seguiti i fatti, ma da più parti l’addio al colombiano viene dato per certo. La sua eventuale partenza sarebbe già compensata con El Arabi, uno che nell’ultima stagione nel Granada ha contribuito alla salvezza con 14 reti. Ma il campionato spagnolo non è quello italiano, comunque sia la permanenza del marocchino avvererebbe solo con Zapata partente.

Poi c’è Matos: accantonato troppo frettolosamente l’anno scorso, il brasiliano vede anche oggi passargli avanti qualcuno, vedi Hamdi. Il tunisino, 31 anni, è ancora un oggetto più che misterioso e molti si chiedono come mai a quell’età non abbia mai calcato palcoscenici un po’ più prestigiosi di quelli belgi.

Passiamo poi a Perica, che vuole giocare. Aguirre è conteso da Perugia e Crotone, Evangelista rimarrà al Panathinaikos, Alexis Zapata al Perugia, Jaadi al Granada.

Infine Rovini: arriverebbe anche per completare le caselle relative agli italiani formati. E’ giovane e gli va data fiducia, perché ha doti tecniche importanti, ma siamo certi che a Udine troverebbe questa possibilità?

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy