Primavera: Udinese – Perugia 1-0 Friulani senza problemi

Primavera: Udinese – Perugia 1-0 Friulani senza problemi

Commenta per primo!

Codroipo
Settembre 19, 2015
2/a Giornata di Campionato Primavera TIM

UDINESE  3- 5- 2 Perisan; Maghzaoui, Geromin, Francescutti, Coppolaro, Joao (Amoroso al 11′ st), Magnino, Pontisso, Prtajin, Armenakas (Garmendia al 21′ st), Borgobello
All Mattiussi
(A disp Dani, Pranpolini, Mincione, Variola, Lenardi, Matic, Amoroso, Goz, Garmendia, Tedesco, Castrì, Melissano)
PERUGIA 4-3-3  Santopadre, Pettinelli, Trquattrini, Castillo, Bianchi, Polidori, Visconti (Garofalo al 40′ st), Rondoni, Cherbassi, Pellegrini (De Juliis al 32′ st), Vicaroni (Buzzi al 25′ st)
All Recchi
(A disp Alunni, Achy, Garofalo, Gualtieri, De Iuliis, Trecchiodi, Salvucci, Buzzi, Insegno)
Arbitro Sprezzola di Mestre
MARCATORI Pontisso
AMMONITI Polidori, Coppolaro
ESPULSI

PRIMO TEMPO Confermato il 3-5-2 per l’Udinese, chiamata a ripetersi dopo la bellissima vittoria sul Milan. Di fronte il Perugia che alla prima ha superato bene il Verona.
Parte aggressiva l’Udinese, che anche fisicamente cerca di farsi sentire. Già dopo 5′ Armenakas si inserisce bene, con una giocata tecnica di rilievo, ma viene fermato. Bianconeri fin dalle prime battute propositivi, ordinati e ben disposti in campo. Di contro il Perugia pressa alto, specie sul terzetto di centrocampisti friulani.
Al 10′ Coppolaro si alza dalla difesa, raccoglie un cross dalla destra, il colpo di testa fa gridare alla rete, ma Santopadre con un colpo di reni alza sulla traversa.
Buona Udinese, ma Mattiussi si arrabbia dalla panchina con i suoi: il tecnico pretende più gioco sulle fasce.
Il Perugia difficilmente supera la trequarti, ma l’Udinese non riesce ugualmente a trovare vie per andare a rete: gara molto combattuta sulla mediana, con gli umbri che sono davvero ben disposti da mister Recchi.
Il gol è nell’aria: al [highlight] 20′ [/highlight] grande giocata di Armenakas, atterrato in area. Rigore sacrosanto che [highlight] Pontisso [/highlight] che realizza.
Friulani che prendono fiducia e grazie alle individualità di spicco che ha continua ad attaccare: il perugia subisce il colpo e arretra ulteriormente il baricentro.
Merito di Simone Pontisso che crea gioco con aperture e verticalizzazione importanti: il giocatore, già segnalato a Colantuono per la prima squadra, è decisamente il migliore, ma ciò non toglie meriti ai compagni. Magnino ha un passo superiore, Armenakas conferma di avere una tecnica superiore, Prtajin ha personalità.
Al 31′ è proprio Prtajin ad avere un’altra occasione, ma Santopadre riesce a mettere una pezza in uscita. Mattiussi continua a richiamare i suoi: serve ancora più brillantezza sulle fasce, questo il messaggio del tecnico ai suoi.
Al 40′ Udinese ancora vicinissima alla rete: Pontisso con un lancio millimetrico trova Coppolaro, che sempre di testa sfiora la rete, sul rimpallo arriva Prtajin che manda di poco a lato.

SECONDO TEMPO  Nessun cambio per i due tecnici. Errore di Joao al 4′, che favorisce l’occasione migliore per il Perugia, sprecata da Cherbassi.
Cambio a questo punto per Mattiussi: dentro Amoroso (esordio assoluto in campionato per il figlio di Marcio), esce Joao. Tatticamente l’Udinese passa a un 4-3-1-2 molto offensivo.
Friulani calati nella ripresa, anche per questo Mattiussi ha optato per il ritorno alla difesa a quattro: nonostante il calo di ritmo, il Perugia non arriva a creare vere occasioni. Come nel primo tempo il gioco si sviluppa molto sulla corsia centrale, mentre sulle fasce si fa poco. Anche la concentrazione non è al meglio ed è questo l’aspetto che fa arrabbiare maggiormente l’allenatore bianconero.
Al 21′ esce anche Armenakas, anche lui calato nel secondo tempo, dentro Garmendia.
Poco da raccontare in questo secondo tempo: i ritmi sono calati, ma ci sono anche alcune ingenuità difensive che potrebbero costare care. Francescutti al 27′ salva una buona occasione per il Perugia, che manca però dalla cintola in su. Per Pellegrini e compagni nemmeno una vera recriminazione sotto rete e questo basta a descrivere una gara in bianco e nero. Udinese decisamente superiore nel primo tempo, non benissimo nella ripresa, ma friulani nonostante tutto meritatamente avanti.
Al 31′ occasionassimo per Magnino, che ha un’occasione d’oro: il centrocampista da ottima posizione manda a lato sul secondo palo.
Al 34′ altra distrazione pericolosa per l’Udinese, Coppolaro mette una pezza sventando su Visconti.
Ultimi minuti
con tentativo di arrembaggio del Perugia, che però non riesce a rendersi mai pericoloso. L’Udinese tiene, non rischia, e chiude con la seconda vittoria consecutiva che la proietta a sei punti dopo due gare.

Il tutto consapevoli che i bianconeri devono crescere ancora, ma forti anche di alcune certezze: in mezzo al campo c’è tanta qualità con Magnino e Pontisso i migliori in campo.. In avanti non manca la tecnica, ma serve ancora esperienza, mentre dietro Francescutti e Coppolaro svettano sugli avversari.

Prossimo appuntamento mercoledì in Coppa Italia sul difficilissimo campo dell’Atalanta, quindi sabato a Vicenza per la 3/a di campionato.

[gallery_bank type=”images” format=”filmstrip” title=”true” desc=”false” img_in_row=”5″ display=”all” sort_by=”random” animation_effect=”bounce” image_width=”600″ album_title=”true” album_id=”73″]

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy