Primavera Udinese – Pro Vercelli 1-1, bianconeri altra beffa atroce

Primavera Udinese – Pro Vercelli 1-1, bianconeri altra beffa atroce

L’Udinese di mister Mattiussi deve uscire dal tunnel di risultati negativi dove si è infilata, nonostante il gioco non sia mai venuto meno. Con i piemontesi si cercano i tre punti

Commenta per primo!

L’Udinese Primavera gioca, ma i punti li fanno gli altri. Soliti discorsi che conosciamo da tre stagioni oramai: cambiano gli interpreti, ma il difetto genetico dei bianconeri è che a volte si perdono in distrazioni fatali, così come faticano a concretizzare la grande mole di gioco e le occasioni ottenute. Con la Pro Vercelli esame da superare assolutamente, anche in virtù della classifica per non perdere posizioni verso i posti che contano.

Marcatori: Garmendia

Udinese: Borsellini, Serafin, Ermacora, Bovolon, Vasko, Parpinel, Armenakas, Halilovic, Bocic, Garmendia, Djoulou. All.: Mattiussi.
Pro Vercelli:  Tripicchio, Iezzi, Vernero, Rosano, Ferrando, De Marino, Di Napoli, De Bonis, Gouri, Foglia, De Mitri. All.: Grieco.

LA PARTITA I bianconeri partono concentrati, cin buone trame di gioco e soprattutto tanta attenzione. LA gara si accende già al 15′ quando 15′  Tripicchio compie un miracolo su tiro di Vasko. L’Udinese continua a fare la partita, ma i piemontesi, reduci dal apri col Torino, sono molto ben chiusi e se possono colpiscono in contropiede.
Al 30′ altra occasione per la squadra di Mattiussi: Garmendia prova ad entrare in area dalla destra, ma Iezzi lo ferma prima di andare al tiro.
Dopo che la Pro ci ha provato andando vicino alla rete, ecco il vantaggio bianconero. Al 39′  Garmendia con un tiro non certo irresistibile inganna il portiere, di certo non incolpevole.
Udinese galvanizzata dal vantaggio che chiude con un’altra occasione interessante fermata però sulla trequarti.

Bianconeri superiori come spesso accaduto, ma che faticano quando gli avversari pressano e che dovrebbero essere più incisivi. Nella ripresa si comincia con un po’ di confusione, squadre troppo lunghe e qualche errore. Proprio uno di questi porta la Pro vicina alla rete: al 50′ vero miracolo di Bosellini su De Mitri.
Ma è l’intera Udinese che fa arrabbiare Mister Mattiussi, perché non arriva più a imporsi e subisce di fatto il gioco della Pro Vercelli.
I friulani capiscono che l’avversario è tosto e cerca di abbassare i ritmi. Ultimi minuti con l’Udinese che quindi fa possesso palla e la Pro che cerca di aggredire per tentare un’incursione. Al 80′ Bocic si infila in area, chiude provvidenzialmente la difesa piemontese. Udinese ancora all’attacco, ma la Pro non si arrende. Nel finale Garmenida ha l’occasione per chiudere, ma sbaglia un’altra ghiotta occasione.

Gol sbagliato gol subito ed ecco l’ennesima beffa. Foglia allo scadere dei tre minuti di recupero trova il pareggio con un tiro a botta sicura che trafigge Borsellini.

Ancora una volta l’Udinese paga i suoi errori, la sua timidezza, l’incapacità di imparare che la testa comanda le gambe. Una Udinese che si fa intimidire troppo facilmente e commette ingenuità, ma soprattutto ancora errori davanti. Insomma, un’altra occasione persa sulla quale c’è da riflettere. La squadra a gennaio ha perso Magnimo e Geromin, ha dei 2000 in rosa, ma è innegabile che la concentrazione la devono trovare i giocatori, il mister può poco in tal senso, visto che il gioco c’è, così come le occasioni. Di certo se continua così raggiungere i play off sarà dura.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy